Gianfilippo Di Clemente

Vai al mio profilo / Se mi conosci votami

Consulente finanziario

Top MoneyController Financial Educational Awards
MoneyController Financial Educational Award
Consulenti Finanziari Autonomi Indipendenti
Roma
Fino a € 20MLN
Oltre a 10 anni
Laurea specialistica
48 anni
818
21/11/2022

Vai al mio profilo

107 post - 50.132 letture


DIETRO L’ENORME ACQUISTO DI YEN VI E’ LA BANCA CENTRALE GIAPPONESE

Scritto il 09.12.2023

Molto probabilmente la #classifica più spettacolare della settimana. Lo JPY è rotto sotto i 100 giorni durante la notte... ed è stato scambiato brevemente sotto i 200 giorni. Queste cose non si vedono molto spesso, almeno non negli asset "seri". Dietro un movimento di tale entità. +4% in 24 ore, vi è chiaramente l’unica in grado di creare tale acquisto: la banca centrale giapponese su un immediato futuro con tassi di interesse maggiori di 0%. Fonte: TME, Refinitiv   Ringrazio per il materiale  Charles-Henry Monchau  

Continua a leggere

GLI INDICATORI ECONOMICI ANTICIPATORI DEGLI STATI UNITI D’AMERICA CROLLANO PER IL DICIANNOVESIMO MESE CONSECUTIVO

Scritto il 29.11.2023

Gli indicatori anticipatori degli Stati Uniti crollano per il 19° mese consecutivo, il peggior risultato dai tempi di Lehman. Su base annua, è sceso del 7,6% (in calo su base annua per 16 mesi consecutivi), vicino al calo più grande su base annua dal 2008 (Lehman) al di fuori del collasso imposto dal blocco COVID... Fonte: Bloomberg. Ringrazio C.H. Monchau

Continua a leggere

I MASSIMI DELL’ORO CONTRO LA MAGGIORE PARTE DELLE VALUTE

Scritto il 21.11.2023

Bisogna fare attenzione a non guardare l’oro solo contro il dollaro .  L'oro è al suo massimo contro molte valute FIAT. Ma anche il livello di 2.000 dollari l’oncia è intrigante: nonostante i tassi reali chiaramente positivi e l’apprezzamento del biglietto verde, l’oro è vicino ai massimi storici. Guardando al futuro, sono possibili due scenari: 1) L’oro è sopravvalutato e dovrebbe presto svalutarsi. 2) L’oro è visto come un rifugio sicuro contro l’incertezza geopolitica, ma anche contro il disordine politico a Washington e il calo di fiducia nella Fed. Se così fosse, un eventuale deprezzamento del dollaro e un calo del tasso di interesse reale potrebbero favorire il metallo giallo.  In conclusione: l’oro rimane un interessante diversificare di portafoglio   Ringrazio C. Monchau per il materiale.  

Continua a leggere

COSA DICE LA STATISTICA SUGLI INVESTIMENTI

  • 1390
  • 1
  • Formazione/Educazione Finanziaria
Scritto il 15.11.2023

Se prendiamo una moneta e la lanciamo in aria, avrai il 50% di probabilità tra testa e croce. Se prendiamo lo S&P500 (indice che contiene le 500 aziende più importanti al mondo) e proviamo ad investire per un giorno, otterremo più o meno la stessa probabilità. Se ci sediamo rilassati e allunghiamo l’orizzonte a 1 anno, le possibilità di guadagno salgono al 74%. Ma non è questo l’orizzonte temporale per un investimento in equity. Portiamo l’orizzonte temporale a 20 anni, le probabilità di perdita si avvicinano a zero. Investire a lungo termine riduce il rischio, le azioni seguono il ritmo dell’economia e della sua crescita economica. Ringrazio Carlo Balzani per il materiale.  

Continua a leggere

IL RISCHIO DI RIBASSO DELL’ORO

Scritto il 31.10.2023

Da decenni vi è una correlazione negativa trai tassi reali delle obbligazioni del tesoro statunitensi con scadenza 10 anni (tasso nominale delle obbligazioni del tesoro USA a 10 anni – aspettative inflazione a 10 anni) e l’oro. Ecco il rischio al ribasso sul 'oro, che andrà a concretizzarsi se  questa correlazione di lunga data continua a funzionare oppure evidentemente l’inflazione è decisamente sottostimata e i tassi reali rimangono negativi. Ringrazio Charles Henry Moncahu ed Henry Smith per il materiale.

Continua a leggere

BITCOIN: ASSET CLASS CON LA MIGLIORE PERFORMANCE SFRUTTATA DAI MODERNI SISTEMI QUANTISTICI DI TRADING

Scritto il 24.10.2023

Il bitcoin si conferma l’asset class con la migliore performance sul mercato. Se andiamo a confrontare da Agosto 2020 ad oggi il Bitcoin ha sovraperformato le azioni di più di quattro volte. Comprare la regina delle criptovalute e tenerla in portafolgio risulta essere una importante riserva di valore e lo dimostrano gli imminenti ingressi al mercato di ETF di importanti banche di investimento. I sistemi di trading quantistici trend following però fanno di più, oltre a dirti quando comprare ti dice anche quando uscire dal mercato per ridurre al minimo l’elevata volatilità intrinseca del Bitcoin. In questo modo si ha: -          Quando il bitcoin salirà aumentano le performance; -          Quando il bitcoin scenderà venderai e i drawdown si ridanno al minimo;   Ringrazio del materiale Alvin Foo

Continua a leggere

IL PiU’ GRANDE ORSO DI WALL STREET

Scritto il 23.10.2023

Il più grande orso di Wall Street (Harnett di BofA) diventa rialzista mentre il sentiment degli investitori diventa estremamente ribassista (il che è rialzista da una prospettiva contrarian). Infatti, con l'S&P in ribasso in cinque delle ultime sette settimane, l'indicatore Bull & Bear di BofA si è appena attestato a 1,9 (estremamente ribassista), il che secondo Hartnett significa che è stato attivato un segnale di acquisto contrarian per gli asset rischiosi e anche secondo il mio parere di trader professionista. Ringrazio del materiale C.H.Monchau

Continua a leggere

L’ORO: ASSET CON LE MIGLIORI PERFOMANCE

Scritto il 19.10.2023

Dal momento che i mercati hanno raggiunto il picco nel 2021, 2 anni fa, l'Oro è l'asset con la migliore performance e oggi si aggira intorno ai massimi record in rialzo del 10% mentre: Nasdaq -12% SPY -4% Dow -5% L'Oro sta intraprendendo un viaggio elettrizzante, con un notevole 18% nell'ultimo anno, lasciando l'indice S&P 500 nelle retrovie. Sebbene i critici lo definiscano una "lucente roccia da compagnia", i veri investitori sanno che si tratta di un bene duraturo, una riserva di valore senza tempo senza rischi di terze parti. Se metti oro nel tuo portafoglio, proteggi la tua ricchezza oggi. Ringrazio del materiale Gregory Crennan - Chief Economic Strategist at Golden Coast Consultants

Continua a leggere

RELAZIONE TRA RICCHEZZA E REDDITO

Scritto il 16.10.2023

Andiamo ad analizzare la relazione tra ricchezza e mobilità sociale scritto con Caterina AM La Porta e pubblicato in J. Phys. Complessità. Si osserva un interessante relazione tra ricchezza e reddito. Per rivelarlo si è studiato la media condizionata del reddito a una data ricchezza <I(W)> e si è utilizzata una scala doppio logaritmica. In pratica, si calcola il reddito medio di una famiglia che possiede ricchezza W. Si è scoperto, forse non sorprendentemente, che quando la ricchezza è ampia, il reddito è più o meno proporzionale alla ricchezza, ma per una ricchezza bassa il reddito è indipendente dalla ricchezza. La scala crossover (negli Stati Uniti) è di circa 1 milione di dollari. Solo le persone che possiedono grandi ricchezze possono generare reddito dalla loro ricchezza. Osservando i numeri, abbiamo scoperto che per circa il 90% delle famiglie il reddito proviene prevalentemente dai salari. Stiamo riscoprendo la divisione della società in classi (lavoratori e proprietari)? E se sì, qual è la probabilità di saltare da una classe all'altra nel corso della propria vita? Ringrazio per lo studio Stefano Zapperi.

Continua a leggere

LE PERFORMANCE DELLE SETTE GIGANTI DELLA TECNOLOGIA MADE IN USA

  • 213
  • 1
  • Mercati finanziari / economia
Scritto il 11.10.2023

L’economia mondiale dipende dalla crescita di sette giganti della tecnologia, i cui utili devono aumentare vertiginosamente per mantenere le loro valutazioni elevate.  Come si può vedere si va da una performance minima del + 53% di Alphabet ad un + 206% di Nvidia Nel frattempo, il peso uguale di $SPY è fermo allo 0%, in che vuole dire che l’indice americano delle 500 aziende più importanti deve la sua performance ai giganti tecnologici americani. Le magnifiche sette ( Alphabet, Amazon, Apple, Meta, Microsoft, Nvidia, Tesla) sono la punta di diamante di un portafoglio diversificato sull’azionario.   Ringrazio per il materiale Gregory Crennan.  

Continua a leggere

COME SI E’ COMPORTATO IL PETROLIO 50 ANNI FA DOPO LA GUERRA DEL YOM KIPPUR DEL 1973

Scritto il 09.10.2023

Se analizziamo il comportamento del petrolio guardando indietro nella storia, e andiamo a cinquant'anni fa durante il conflitto dello Yom kippur, vedremo che: -          Il greggio passo da 5 $/barile a 50$/ barile con un incremento del 900%. Inoltre, i tassi di interesse USA passarono dal 6.5% al 18% e l’Oro da 42.22$/oncia a 875$/oncia. Le azioni persero quasi il 50% nelle 52 settimane successive. La storia non si ripete mai nello stesso modo, ma può essere un valido aiuto per capire il comportamento degli asset finanziari. Ringrazio Joris Bastien per il materiale fornito.  

Continua a leggere

L’IMPORTANTE RUOLO DELLA FINANZA QUANTISTICA NEL TRADING ISTITUZIONALE

Scritto il 02.10.2023

Il mondo del trading. negli ultimi 30 anni ha subito molte trasformazioni che lo hanno reso sempre più efficiente. In particolare, nell’ultimo decennio una nuova disciplina, la finanza quantistica, ha visto salire il podio delle strategie più utilizzate dagli Hedge Fund e Investment banking. Essa prende le origini dalla fisica quantistica, e ha saputo trasferire le sue conoscenze nel mondo della finanza. Si basa essenzialmente su tre pilastri: 1)      Big Data: ovvero un grande archivio di dati storici che sono memorizzati in server dedicati. All’aumentare della dimensione dei dati archiviati, aumenta l’accuratezza del modello. 2)      IA (Artificial Intelligence): ovvero si deve avere a disposizione algoritmi di intelligenza artificiale che siano in grado di analizzare i Big Data e attuare strategie di trading. All’aumentare della capacità dell’algoritmo di “adattarsi” al mercato finanziario, aumenta la capacità della strategia di fare profitto. 3)      Computational Capacity: ovvero la capacità di calcolo delle macchine dove “girano” gli algoritmi. All’aumentare delle prestazioni del computer, diminuisce il tempo di analisi e risposta e quindi la prontezza e l’efficienza della strategia. In definitiva la finanza quantistica aumenta e aumenterà, la nostra capacità di prendere decisioni di trading efficienti e profittevoli.

Continua a leggere
Condividi