Attilio Oliva

Vai al mio profilo

Consulente finanziario

Top MoneyController Financial Educational
Azimut Capital Management Sgr Spa
Roma, Frosinone, Latina, Viterbo, Rieti
-
-
Laurea
-
226
16/05/2019

Leggi tutti i miei post


Italia 500

Scritto il 10.02.2020

l nuovo TRENDO TOPIC di Azimut Libera Impresa sgr spa si chia ITALIA 500, primo fondo di Venture Capital aperto al retail, dando la possibilità di accesso ad un mercato di asset alternativi che nel lungo periodo hanno costantemente sovraperformato la maggior parte dei mercati tradizionali a livello globale, attraverso il supporto alla crescita di società digital native, contribuendo al supporto e alla crescita tecnologica dell'ecosistema aziendale italiano. Infine per chi investe in imprese innovative ci sono importanti benefici fiscali in forma di deduzioni o detrazioni pari al 18% dell'importo investito in tale comparto.

Continua a leggere

ECONOMIA REALE

Scritto il 17.01.2020

  Investire in start-up e PMI innovative risulta molto vantaggioso dal punto di vista fiscale, in quanto i soggetti passivi irpef possono detrarre il 40% dei conferimenti rilevanti effettuati con il limite di 1.000.000 € e una pari deduzione per i soggetti passivi d'imposta sul reddito società con il limite di 1.800.000,00€ ad es. qualora un soggetto passivo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, effettuasse un investimento pari ad Euro 800.000 nel capitale sociale di una start-up innovativa, può beneficiare per l’anno 2019 di una detrazione pari al 40% dell’investimento, di conseguenza, la detrazione d’imposta spettante sarà pari a Euro 320.000 (€ 800.000 x 40%). Si consideri che, qualora la detrazione sia di ammontare superiore all’imposta lorda, l’eccedenza può essere portata in detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche dovuta nei periodi di imposta successivi, ma non oltre il terzo, fino a concorrenza del suo ammontare.

Continua a leggere

MES E SUA RIFORMA

Scritto il 15.12.2019

Il mes è una organizzazione intergovernativa europea con il compito di fornire assistenza finanziaria ai paesi area euro in difficoltà attraverso prestiti diretti e indiretti. La riforma di cui si sta discutendo molto in Italia riguarda le regole CAC'S, ossia le norme che regolano le modalità tramite cui si possono modificare i termini di pagamento di un titolo di stato. In sostanza si passa da un sistema " double-limb cac's"che richiedono due maggioranze per cambiare i termini di pagamento, a un sistema "single-limb Cac's" dove basta una sola maggioranza a livello di totalità dei titoli, tali modifiche entreranno in vigore gradualmente dal 2022. Come è facile comprendere la sostenibilità del debito italiano non è influenzato dalla riforma e di conseguenza i Btp restano un asset sicuro.

Continua a leggere

P.i.r. 4.0

Scritto il 08.12.2019

I p.i.r. sono strumenti d'investimento di medio e lungo periodo che danno diritto ad un trattamento fiscale agevola ( esenzione della tassazione sulla successione e dalla tassazione su i capitali maturati attraverso gli strumenti inclusi nel piano ) a condizione che siano rispettate alcune limitazioni previste dalla legge con riferimento alla composizione dei portafogli e alla durata dell'investimento ( 5 anni ). Questi strumenti sono tornati ad essere nuovamente interessanti per gli investitori , grazie all'approvazione dell'emendamento in commissione bilancio ( sarà inserito del Dl fiscale 2019 ) saranno rimossi i vincoli che li avevano bloccati lo scorso anno ed i risparmi verrano indirizzati in modo piu mirato verso le pmi, piu' specificatamente l'emendamento prevede che il 30% del capitale sia libero di essere investito in base alla decisioni del gestore, mentre il restante 70% deve andare in strumenti finanziari emessi da imprese italiane oppure europee con stabile organizzazione in Italia. Il 5% riferito al 70%, va investito in strumenti di equity o bond di aziende inserite nel segmento AIM, mentre un ulteriore 25% sempre riferito al 70% deve essere investito in aziende non inserite nel Ftsemib, quindi i maggiori beneficiari saranno i segmenti Star e Small&mid CAP .

Continua a leggere

WELFARE AZIENDALE

Scritto il 02.12.2019

Con l'espressione di welfare aziendale, oggi sempre più utilizzata. si va ad identificare un ampio ventaglio di servizi e benefit, di misure e di iniziative che l'azienda promuove per creare e diffondere benessere sul luogo di lavoro e per migliorareil clima aziendale, cosicche i dipendenti tutti possono produrre risultati migliori ed aumentare la loro efficienza. La forte crescita del welfare aziendale in Italia negli ultimi anni è stata spinta dalle agevolazioni introdotte con la finanziaria del 2016. Le modalità per finanziare il piano di welfare sono: 1. in liberalità pura dell'azienda 2. accordo con le rappresentanza sindacali 3. con la conversione in parte ocompleta del premio di risultato a fondo pensione. Ora, ipotizzando un premio di 1.000,00€ a fondo pensione si otterebbe un risparmio di circa 300€ ( esenzione oneri sociali ) per l'azienda mentre il dipendente si vedrebbe aumentato il suo potere di acquisto in quanto l'importo erogato è in totale esenzione fiscale e contributiva.

Continua a leggere

Investire in illiquidi

Scritto il 24.11.2019

Il mercato del Private Equity, Debt e Venture Capital è molto vivace, come dimostrano anche i dati del I semestre 2019 pubblicato Aifi: Raccolta sul mercato private equity e venture capital pari a 410 milioni di euro, in diminuzione del 75% rispetto ai 1.664 milioni di euro del I semestre 2018; Ammontare investito (private equity e venture capital): 2.518 milioni di euro (-12%) rispetto ai 2.857 del I semestre 2018; Numero operazioni (private equity e venture capital): 166 (+4%) rispetto alle 160 del I semestre 2018; Early stage primo per numero di operazioni:72, -10%; in aumento invece l’ammontare a 103 milioni, +7%; Buy out primo per ammontare, il 63% delle risorse investito in questa tipologia di operazione; a seguire le infrastrutture con il 16%; Disinvestimenti private equity e venture capital: ammontare delle exit è pari a 886 milioni di euro (-20%) con 66 dismissioni (+12%) Azimut libera impresa Sgr si propone di mettere a disposizione della clientela retail l'accesso a questo mercato altrimenti riservato agli istituzionali con diversi comparti di Private Debt , equity e venture capital.

Continua a leggere

TIERING

Scritto il 18.11.2019

      Il 30 ottobre è stato introdotto il tiering, ovvero, le banche verranno esentate dal pagare un tasso negativo sulle liquidità parcheggiate presso la BCE per un ammontare pari a 6 volte le riserve obbligatorie, questo permetterà alle banche di non pagare un tasso negativo di -0,5 sulle riserve eccedenti, ma un tasso dello zero.   Ora da i dati pubblicati da Banca d'Italia si evince che le banche italiane stanno prendendo molto più denaro in prestito dall'interbancario contestualmente sono aumentati i depositi presso BCE,( aumentato di 37 miliardi ) questo processo di arbitraggio ha iniziato a fornire alle banche un profitto sul differenziale dei tassi d'interesse.   Tale processo è coerente con i dati sulle passività interbancarie nette italiane all'interno dell'area euro, misurate dal cosi detto Target2 della BCE per regolare i flussi transfrontalieri sono diminuiti di 48 miliardi di euro.   Questo sistema di arbitraggio aiuterà i profitti delle banche italiane migliorando i lori bilanci.   Il tiering sta producendo pero anche un effetto negativo, infatti ha contribuito l'allargamento dello spread Btp/Bund ( ovviamente insieme ad altri fattori come la crisi dell'Ilva ), perchè sta facendo salire i tassi sul mercato interbancario e di conseguenza salgono i rendimenti dei Btp.

Continua a leggere

Cspp

Scritto il 27.10.2019

Il 1 novembre riparte il programma straordinario di acquisto di titoli per 20 miliardi di euro al mese e durerà fino a che sarà necessario. Ora per gli esperti che investono nel credito il nuovo CSPP, Corporate sector purchase programme, stima che ci si può aspettare acquisti netti di bond corporate compresi tra 2 e 4 miliardi e tenendo fermi gli attuali criteri di ammissibilità per il Cssp i maggiori maggiori beneficiari saranno il settore delle Utility e per paese saranno le aziende francesi come si può leggere nello specchietto. Per settore UTILITY 15% INFRASTRUTTURE E TRASPORTI 11% AUTOMOBILI E PARTI 9% TELECOMUNICAZIONI 9% IMMOBILIARE 6% ENERGIA E RISORSE DI BASE 6% ALTRI SETTORI 42% Per Paese FRANCIA 30% GERMANIA 25% ITALIA 11% SPAGNA 10% ALTRO ( AREA EURO )20% ALTRO ( AREA NON EURO )3%

Continua a leggere

GLOBALINVEST

Scritto il 20.10.2019

Ancora innovatori per i nostri clienti per offrire soluzioni dedicate FONDO GLOBALINVEST Grazie alla partnership siglata tra Azimut Libera Impresa SGR ed Hamilton Lane Advisors L.L.C volta ad offrire, per la prima volta in Italia, un Fondo di Fondi globale di Private Equity, nasce GlobALInvest L’esclusività e l’unicità del rapporto con Hamilton Lane offrono al Cliente Azimut la possibilità di diversificare il proprio portafoglio e di cogliere le più importanti opportunità di investimento a livello globale accedendo, per la prima volta, ad un Fondo di Fondi i cui investimenti sono tradizionalmente riservati solo ad investitori istituzionali. GlobALInvest, la cui gestione è affidata in delega ad Hamilton Lane, è un fondo comune di investimento alternativo di tipo chiuso riservato con durata di 10 anni e con esposizione geografica globale focalizzata principalmente in Europa e US; il target di allocazione di portafoglio sarà strutturato prevalentemente in Fondi di Hamilton Lane (Secondario, Co-investimento e, in via residuale, Debito per mitigare l’illiquidità del Fondo) e in fondi di Private Equity (Primario) gestiti da terzi e solitamente non accessibili alla clientela privata.

Continua a leggere

Investire in economia reale

Scritto il 13.10.2019

Quando si possiedono le capacità di generare rivalutazioni a tre cifre , si ottengono performance per gli investitori che hanno creduto nel progetto del 145% Da aprile 2017. Il fondo IPOCLUB, fondo chiuso di investimento operativo dal 2017 che sostiene lo sviluppo di eccellenti pmi italiane e di pre Booking company gestito da AZIMUT LIBERA IMPRESA SGR e distribuito dal gruppo azimut, ha creato Ipochallenger 1 SPA che ha raccolto i capitali attraverso il collocamento di obbligazioni che poi stati investiti in Pharmanutra che ha raggiunto 200 milioni di Capitalizzazione in borsa. Il 29 e 30 ottobre a Milano Rho fiera di potrà scoprire dal vivo la storia pharmanutra, all’evento Azimut libera impresa Expo

Continua a leggere

Private Equity

Scritto il 06.10.2019

AZIMUT DEMOS 1 Il fondo di Private Equity Azimut Demos 1 è un fondo comune di investimento di tipo chiuso non riservato in gestione diretta da parte di Azimut Libera Impresa SGR. La strategia di investimento del fondo si focalizza su operazioni di Buyout – prevalentemente di maggioranza – in PMI italiane eccellenti e leader nei propri settori di appartenenza con fatturato indicativamente compreso tra EUR 30M e 250M Grazie ad una solida cultura industriale e ad un approccio di lungo periodo, il Fondo ha come obiettivo il perseguimento di un ritorno assoluto attraverso operazioni di investimento aventi principalmente ad oggetto l’acquisto di azioni, quote ed in genere titoli rappresentativi del capitale di rischio (o strumenti assimilabili) di aziende. Il team di Demos 1 intende supportare le aziende in portafoglio, operando attivamente e con rispetto come partner di riferimento per gli imprenditori e manager di provata esperienza che vogliono intraprendere nuove opportunità di sviluppo e crescita per le aziende stesse.

Continua a leggere

UNA NUOVA FRONTIRA

Scritto il 30.09.2019

    In un mondo dove i vecchi schemi e paradgmi non funzionano più, basti pensare alla curva di PHILIPS, ai continui stimoli monetari da parte di tutte le banche centrali, che hanno distorto forse per sempre il rendimento degli obbligazioni, ricordiamo che ci sono 16 mila miliardi di bond con rendimento negativo, l'equity sostenuto da misure straordinarie come i buy-back, una nuova frontiera d'investimenti si sta affacciando al mercato, il MONDO DEGLI ILLIQUIDI. ma vediamo cosa ad es. i private equity: è una forma di investimento di medio-lungo termine in imprese non quotate ad alto potenziale di sviluppo e crescita (high grow companies) effettuata prevalentemente da investitori istituzionali, AZIMUT ha reso possibile l'accesso anche al retail con 5.000€, con l'obiettivo di ottenere un consistente guadagno in conto capitale dalla vendita della partecipazione acquisita o dalla quotazione in borsa. La performance ‘From Inception’ nel 2018 del 16,9%.  A fine 2017 l’investimento dei family office statunitensi nei mercati privati si assestava intorno al 25%, un dato piuttosto elevato, rispetto al nostro, ora sta al valore della nostra consulenza valutare con i clienti l'opportunità di questa asset class.

Continua a leggere

Condividi