My News: Banca Profilo S.p.A.

[ Torna a my news ]
Risultati preliminari dell'esercizio 2018
Condividi

Risultati preliminari dell'esercizio 2018

Comunicato Stampa

Risultati preliminari dell'esercizio 2018

Utile netto a 1,6 milioni di Euro

Confermata l'elevata solidità patrimoniale: CET 1 ratio al 19,2%

  • Raccolta totale della clientela incluse le attività fiduciarie nette in crescita a 8,2 miliardi di Euro (+29 % a/a)

  • Positiva la raccolta netta per 730 milioni di Euro con raccolta Private per 530 milioni e BPdG per 200 milioni, oltre ai 1,5 miliardi di euro dall'acquisizione di Dynagest

  • Ricavi consolidati a 54,0 milioni di Euro (-9,7% a/a) con crescita nel Private Banking del 2% a/a e decremento nell'area Finanza del 24% a seguito dell'andamento particolarmente negativo dei mercati nel Q4

  • Costi operativi a 52,3 milioni di Euro (+1,1% a/a) in leggera crescita per gli investimenti tecnologici e gli adeguamenti normativi

  • Risultato della gestione operativa si attesta a 1,8 milioni di Euro (-79% a/a) e l'utile netto a 1,6 milioni di euro vs 5,2 milioni nel 2017

  • Approvato il budget 2019 del Gruppo con il quale vengono confermati i target del Piano Industriale 2017-19

Milano, 7 febbraio 2019 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Profilo S.p.A. riunitosi oggi ha esaminato i dati preliminari individuali e consolidati, nonché il budget 2019.

Risultati consolidati preliminari dell'esercizio 2018

In uno scenario macroeconomico nazionale che ha visto dapprima rallentare la crescita per poi passare già dal terzo trimestre dell'esercizio in una situazione di decrescita, Banca Profilo e le sue controllate chiudono al 31 dicembre 2018 con un utile netto consolidato di 1,6 milioni di Euro, in riduzione di 3,6 milioni di Euro (-68,7%) rispetto ai 5,2 milioni di Euro del 31 dicembre 2017.

Al 31 dicembre 2018 la raccolta totale amministrata e gestita - inclusa la Raccolta Fiduciaria Netta - di Banca Profilo e delle sue controllate si attesta a 8.184 milioni di Euro, in crescita di 1.860 milioni di Euro rispetto ai 6.324 del 31 dicembre 2017 (+29,4%), anche a seguito di una elevata raccolta netta sia in Italia sia in Svizzera, oltre all'impatto dell'acquisizione di Dynagest (1,5 miliardi di euro).

La raccolta diretta aumenta di 321 milioni di Euro (+30,5%) passando dai 1.054 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 ai 1.375 milioni di Euro del 31 dicembre 2018. La raccolta indiretta sale di 1.610 milioni di Euro (+38,8%), passando dai 4.145 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 ai 5.755 milioni di Euro del 31 dicembre 2018. Al suo interno diminuisce il risparmio gestito per 143 milioni di Euro (-15,6%), mentre si incrementa il risparmio amministrato per 91 milioni di Euro (+3,5%) e quello derivante dall'attività estera per 1.662 milioni di Euro (+261,3%) per i motivi sopra indicati.

Il totale dei ricavi netti consolidati è pari a 54,1 milioni di Euro, in riduzione di 5,8 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre del 2017 (-9,7%). La riduzione è da attribuire principalmente al minore apporto al risultato dell'area Finanza a seguito delle peggiori condizioni dei mercati registrate nell'esercizio unito al mancato apporto dell'area intermediazione di BPdG.

Il margine di interesse al 31 dicembre 2018, pari a 17,9 milioni di Euro, è in aumento di 2,7 milioni di Euro rispetto ai 15,1 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (+18,1%). L'incremento è principalmente da attribuirsi al portafoglio titoli.

Le commissioni nette sono pari a 28,1 milioni di Euro, scendono di 0,2 milioni di Euro rispetto ai 28,3 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (-0,7%). Tale riduzione è data dal (i) risultato di Banca Profilo che ha visto le sue commissioni nette diminuire di 1,3 milioni di Euro a causa principalmente dalla riduzione delle commissioni di performance e gestione, mentre risultano in crescita nell'esercizio le commissioni di consulenza e (ii) dall'incremento di 1,1 milioni di Euro delle commissioni di BPdG dovuto al consolidamento per 6 mesi della società Dynagest.

Il risultato netto dell'attività finanziaria e dei dividendi è pari a 7,2 milioni di Euro, in riduzione di 8,7 milioni di Euro (-54,8%) rispetto ai 15,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. La riduzione è da ricondurre ai desk di trading dell'area Finanza di Banca Profilo e di BPdG. Su quest'ultima, oltre all'andamento sfavorevole dei mercati, ha pesato l'uscita del desk di intermediazione obbligazionaria, avvenuta a fine anno 2017, sostituito dal team della acquisizione di Dynagest operativamente soltanto nell'ultimo trimestre dell'esercizio. Il risultato complessivo dell'area Finanza deve essere comunque correlato al positivo risultato del margine di interesse per la quota legata al portafoglio titoli.

Il saldo degli altri proventi e oneri di gestione pari a 0,9 milioni di Euro, è in aumento di 0,3 milioni di Euro rispetto agli 0,6 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. L'incremento è principalmente dovuto a maggiori recuperi di costi.

I costi operativi sono pari a 52,3 milioni di Euro, in aumento di 0,6 milioni di Euro rispetto al dato del 31 dicembre 2017 (+1,1%). Le spese del personale, pari a 29,6 milioni di Euro, sono in riduzione di 1,2 milioni di Euro (-4,0%) rispetto ai 30,8 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. La riduzione a livello consolidato deriva dalla riduzione dei costi per il personale avvenuta in Banca Profilo in parte compensata dall'aumento dei costi del personale avvenuta in BPdG a seguito dell'ingresso in organico del personale Dynagest. I minori costi sono legatianche al minor accantonamento sulla quota variabile delle retribuzioni e alla riduzione dei costi per incentivazione rispetto alla situazione al 31 dicembre dello scorso esercizio. Le altre spese amministrative, pari a 20,6 milioni di Euro, sono in aumento di 1,7 milioni di Euro (+9,0%), rispetto ai 18,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. L'incremento è dovuto sia a Banca Profilo che alla controllata svizzera. I costi di Banca Profilo aumentano a seguito dei maggiori costi sostenuti per i nuovi adeguamenti normativi, delle spese pubblicitarie per il lancio del nuovo prodotto Robo-advisor con Tinaba, oltre ad un maggior contributo richiesto dal Fondo di Risoluzione Nazionale di 0,2 milioni di Euro, rispetto all'importo del contributo dello scorso esercizio.

Le rettifiche di valore su immobilizzazioni sono pari a 2,2 milioni di Euro in leggero aumento rispetto ai 2,0 milioni di Euro del 31 dicembre 2017, anche a seguito degli investimenti in tecnologia.

Il risultato della gestione operativa è pari a 1,8 milioni di Euro, in riduzione di 6,4 milioni di Euro (-78,6%) rispetto agli 8,2 milioni di Euro del 31 dicembre 2017.

Gli accantonamenti netti al fondo rischi ed oneri sono positivi per 135 migliaia di Euro e si riferiscono a riprese di valore effettuate da Banca Profilo a seguito della risoluzione positiva di pregresse controversie, unitamente all'effetto netto dell'impairment di garanzie e impegni. Le rettifiche/riprese nette su rischio credito relativo ad attività finanziarie valutate a costo ammortizzato sono pari a 90 migliaia di Euro di riprese. Il saldo è principalmente dovuto a riprese di valore su posizioni in sofferenza per incasso effettuata dalla controllata BPdG unito all'effetto impairment delle attività finanziarie, effettuato a seguito dell'entrata in vigore del nuovo IFRS 9. Le rettifiche e le riprese di valore nette di attività finanziarie valutate al fair value con impatto sulla redditività complessiva, sono pari a 352 migliaia di Euro di costi e si riferiscono agli accantonamenti per l'impairment del periodo sulle posizioni del portafoglio HTCS.

Il bilancio consolidato di Banca Profilo evidenzia al 31 dicembre 2018 un utile ante imposte di 1,6 milioni di Euro, in riduzione di 6,2 milioni di Euro (-79,2%) rispetto ai 7,8 milioni di Euro del 31 dicembre 2018.

L'onere per imposte del periodo è di 0,4 milioni di Euro pari ad un tax rate del 22,5%.

Banca Profilo e le sue controllate chiudono il periodo con un risultato netto di esercizio di 1,6 milioni di Euro, in riduzione di 3,6 milioni di Euro rispetto ai 5,2 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (-68,7%).

L'attivo consolidato si attesta a 2.255,5 milioni di Euro, in crescita del 33,3% rispetto ai 1.691,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 a seguito di maggiori pronti contro termine in Tesoreria e una crescita dei crediti interbancari.

I Fondi Propri consolidati di Banca Profilo alla data del 31 dicembre 2018, sono pari a 139,7 milioni di Euro, con un CET 1 Capital Ratio del 19,2%, calcolato in base alle disposizioni transitorie previste a seguito dell'entrata in vigore del nuovo principio contabile IFRS 9. Al netto di tali disposizioni transitorie il CET 1 Capital Ratio consolidato sarebbe pari al 19,0%.

Risultati consolidati preliminari per settore di attività

Private & Investment Banking

L'area chiude con ricavi pari a 25,4 milioni di Euro contro i 24,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (+2,0%), sostenuti dalle attività di collocamento dei nuovi prodotti destinati alla clientela professional e di advisory a pagamento e dalle attività di Investment Banking. Il risultato della gestione operativa sale a 7,4 milioni di Euro contro i 7,3 milioni di Euro dello

stesso periodo dell'esercizio precedente (+0,7%).

Le masse complessive del Private Banking sono pari a 5,2 miliardi di Euro, in aumento del 2,8% con flussi di raccolta netta nei dodici mesi positivi per 526 milioni di Euro. La raccolta fiduciaria, effettuata tramite la controllata Arepo Fiduciaria si riduce a 1,0 miliardi di Euro rispetto ai 1,1 miliardi di Euro del 31 dicembre 2017 (-6,3%).

Finanza

I ricavi netti ammontano a 20,7 milioni di Euro in riduzione del 24,3% rispetto ai 27,3 milioni del 2017. In crescita il banking book (+20%) grazie all'ottimizzazione delle strategie di vendita in corso d'anno, mentre risultano in calo le attività di trading, in particolare nel Q4 a seguito del generalizzato andamento negativo dei mercati obbligazionari e azionari.

L'area Finanza chiude i dodici mesi del 2018 con un risultato della gestione operativa pari a 11,1 milioni di Euro in riduzione del 32,1% rispetto ai 16,4 milioni di euro del 31 dicembre 2017.

Attività Estera

L'area chiude con un risultato della gestione operativa pari a -1,6 milioni di Euro, in peggioramento rispetto ad un risultato positivo di 74 migliaia di Euro al 31 dicembre 2017.

La raccolta totale raggiunge i 2.466 milioni di Euro, in aumento anno su anno di 1.662 milioni di Euro (+207,3%) rispetto ai 803 milioni di Euro del 30 dicembre 2017, in buona parte legato all'acquisizione di Dynagest.

Gli impieghi aumentano di 21,4 milioni di Euro (+32,5%), passando dai 65,9 milioni di Euro del 2017 ai 87,3 milioni di Euro del 2018.

Canali Digitali

Nel corso del 2018 i costi per lo sviluppo dell'Area Canali Digitali, in collaborazione con Tinaba S.r.l., sono pari a 2,4 milioni di Euro. Prosegue lo sviluppo dell'ecosistema digitale inpartnership con Tinaba per la gestione dei servizi di investimento, che prevede lo sviluppo del servizio di Robogestioni, il lancio di nuovi servizi finanziari e dell'accordo con Alipay.

Corporate Center

Il Corporate Center chiude i primi dodici mesi del 2018 con un risultato della gestione operativa negativo per 12,6 milioni di Euro rispetto ai 13,4 milioni di perdita del 31 dicembre 2017.

Banca Profilo S.p.A.: risultati preliminari al 31 dicembre 2018

Banca Profilo chiude l'esercizio 2018 con un utile netto di esercizio di 2,3 milioni di Euro, in riduzione di 2,0 milioni di Euro (-46,6%) rispetto ai 4,2 milioni di Euro del 31 dicembre 2017.

Da un punto di vista reddituale Banca Profilo chiude con ricavi netti per 44,7 milioni di Euro, in riduzione di 5,0 milioni di Euro (-10,1%) rispetto ai 49,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2017.

Il margine di interesse, pari a 15,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2018, è in aumento di 2,3 milioni di Euro rispetto ai 13,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (+17,0%). L'incremento del margine è da attribuirsi principalmente all'apporto al margine dei diversi portafogli titoli.

Le commissioni nette al 31 dicembre 2018 sono pari a 21,8 milioni di Euro e sono in riduzione di 1,3 milioni di Euro rispetto ai 23,1 milioni di Euro del 31 dicembre 2017 (-5,7%). Tale riduzione è dovuta principalmente alle minori commissioni di performance e gestione, mentre risultano in crescita nell'esercizio le commissioni di consulenza.

Il risultato netto dell'attività finanziaria e dei dividendi è pari a 6,3 milioni di Euro, in riduzione di 6,2 milioni di Euro (-49,8%) rispetto ai 12,5 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. La riduzione è da ricondurre ai desk di trading dell'area finanza influenzato nel periodo dall'andamento negativo dei mercati. Il risultato complessivo dell'area finanza deve essere correlato al risultato del margine di interesse per la quota legata al portafoglio titoli.

Il saldo degli altri proventi e oneri di gestione pari a 0,8 milioni di Euro, è in aumento di 0,2 milioni di Euro rispetto agli 0,6 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. L'incremento è principalmente dovuto a recuperi di costi.

I costi operativi sono pari a 41,6 milioni di Euro, in riduzione di 0,8 milioni di Euro rispetto al dato del 31 dicembre 2017 (-1,9%). Le spese del personale, pari a 22,3 milioni di Euro, sono in riduzione di 2,1 milioni di Euro (-8,8%) rispetto ai 24,4 milioni di Euro del 31 dicembre 2017. La riduzione è dovuta al minor accantonamento sulla quota variabile delle retribuzioni unitamente alla riduzione dei costi per incentivazione rispetto alla situazione al 31 dicembre dello scorso esercizio. Le altre spese amministrative, pari a 17,9 milioni di Euro, sono in aumento di 1,2 milioni di Euro (+7,4%), rispetto ai 16,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2017.

L'incremento è dovuto ai maggiori costi sostenuti per gli adeguamenti normativi, ai costi per lo

Disclaimer

Banca Profilo S.p.A. ha pubblicato questo contenuto il 07 febbraio 2019. La fonte è unica responsabile delle informazioni in esso contenute. Distribuito da Public, senza apportare modifiche o alterazioni, il 07 febbraio 2019 20:18:04 UTC

MoneyController ti propone anche

Condividi