Antonio Annunziata

Consulente finanziario

II° 2020
2019
Widiba
Napoli, Avellino, Caserta, Roma, Salerno
Fino a €20MLN
Oltre a 10 anni
Diploma di specializzazione
50 anni
623
28 settembre 2018
II° 2020
2019

Profilo professionale

Un consulente finanziario al servizio dei tuoi sogni; perché sognare,dopo tutto, è una forma di pianificazione. Iscritto all'albo unico dal 1995, ho dapprima ottenuto la certificazione europea EFA ed in seguito quella di Pianificatore Finanziario Economico e Patrimoniale ISO-Wise secondo gli standard UNI ISO 22222:2008. Sono come Mr. Wolf in Pulp Fiction : risolvo problemi. Considero la relazione il cardine della mia attività: non esistono clienti , né colleghi da coordinare, ma persone con esigenze da soddisfare e progetti futuri da realizzare. Per far in modo che ciò accada utilizzo lo strumento migliore che si possa metter loro a disposizione: l’ascolto. Il miglior modo per predire il futuro è costruirlo.Il loro benessere, il raggiungimento di obiettivi per loro e per le loro famiglie, la realizzazione dei loro sogni, la protezione dai rischi, la tutela e la trasmissione dei loro patrimonio, l'assistenza continua che copre l'intero patrimonio familiare, incluse partecipazioni aziendali o beni immateriali come le opere d'arte, questi i mandati ai quali sottopongo quotidianamente il mio lavoro con il supporto dei più avanzati strumenti tecnologici che mi mette a disposizione la banca con cui ho deciso di collaborare e senza alcun conflitto di interessi. Competenza , conoscenza, formazione continua, approfondimento costante di tutto quello che accade intorno a me e alle persone che hanno deciso di affidarsi : questi gli strumenti per consolidare rapporti basati sulla fiducia.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Da dicembre 2014 a oggi - District Manager presso Banca Widiba
  • Da gennaio 2011 a dicembre 2014 - City Manager presso Banca Monte dei Paschi di Siena
  • Da gennaio 2009 a gennaio 2011 - Advice Product Manager presso MPS Banca Personale
  • Da gennaio 2006 a gennaio 2009 - District Manager presso MPS Banca Personale
  • Da ottobre 1996 a dicembre 2002 - District Manager presso Bipielle Net
  • Certificato Personal Financial Planner (PFPTS) secondo la norma UNI ISO 22222:2008 servizio ISO-WISE
  • Certificato EFA-European Financial Advisor
VEDI I MIEI ATTESTATI
Leggi di più

Le mie ultime attività

Il Covid-19 e i risparmiatori: un ottimo maestro, forse il migliore.

06.07.2020 / 63 Visualizzazioni

La pandemia, iniziata a Dicembre in Cina, ha portato con sè, oltre ai danni che sono sotto gli occhi di tutti, una nuova consapevolezza: quella di dover affrontare un futuro incerto con un atteggiamento positivo, proattivo e soprattutto disciplinato. Quale l'insegnamento per i risparmiatori? Che tali atteggiamenti, questo nuovo modo di approcciarsi ai rischi, si possono porre in essere anche nella scelta degli investimenti, rendendola non più una "puntata" al casinò quanto, finalmente, un processo disciplinato che guardi ai rischi non più come un pericolo da evitare ma come una situazione contingente da gestire. I mercati salgono e scendono fisiologicamente all'interno di un trend che è per forza di cose rialzista, lo è perchè i mercati sono orientati al futuro, non guardano al passato; lo è perchè i mercati, mentre accadono cose che spaventano chi guarda esclusivamente al passato, continuano a guardare al potenziale che riserva il domani.    Mentre la paura ci teneva chiusi in casa i mercati guardavano già oltre,  consapevoli che il mondo non si sarebbe fermato a causa del Covid-19 così come non si è fermato in passato per guerre o altre pandemie.   Occorre, dunque, un salto di qualità da parte dei risparmiatori ed una maggiore attenzione alla pianificazione finanziaria attuata guardando alle esigenze personali e familiari: il denaro non è altro che un mezzo per raggiungere gli obiettivi di vita, ma per raggiungerli occorre innanzitutto individuarli, progettarli ed infine proteggerli.    Perchè preoccuparsi dei nostri investimenti quando invece possiamo occuparcene? Investire meglio è un obbligo, non più una opzione! Relativamente ai mercati il Covid-19 ha accelerato le tendenze economiche già in atto: ha evidenziato l'inevitabile dipendenza dalla tecnologia; la digitalizzazione ha ricevuto una spinta impressionante ( lavoro da remoto, didattica a distanza...); in ambito sanitario c'è stato e continuerà ad esserci un aumento degli investimenti dovuti all' incremento della richiesta in tutte le economie del mondo, specie in quelle non preparate ad affrontare queste crisi; infine, il lock down ha posto all'attenzione del mondo intero il problema dello sviluppo sostenibile, avviando un processo di selezione negli investimenti a favore di aziende che dimostrano una più spiccata sensibilità ai temi della lotta all'inquinamento, dell'utilizzo di fonti rinnovabili e che fanno investimenti in questa direzione. Aziende, che proprio per questo motivo,  i vincitori di domani a discapito di quelle che, non essendosi adeguate in tempo ai cambiamenti, saranno inevitabilmente estromesse dalla competizione. E voi, da che parte della scacchiera volete essere? 

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Pensioni - le verità nascoste del patto generazionale

06.05.2020 / 315 Ascoltatori

mettiamo a nudo tutti gli aspetti di un sistema pensionistico pubblico sempre più in difficoltà

Ascolta il mio podcast

Ascolta tutti i miei podcast

Estote Parati

03.06.2020 / 39 Visualizzazioni

La locuzione latina, il cui significato è siate pronti, è presente sia nel Vangelo di Luca (12,40) che in quello di Matteo ( 24,44) ed è stata scelta da Lord Baden Powell come motto dello scoutismo.   Che voi siate credenti o no, che siate scout oppure no, converrete che mai come adesso bisogna esser pronti ad affrontare il proprio futuro e quello dei propri figli, con maggiore consapevolezza.   Mai come in questo momento occorrerebbe l’aiuto di un moltiplicatore di pani e di pesci ma, come sappiamo, è praticamente impossibile sperare in un suo ritorno se non nell’ altra vita.     L’ infografica fotografa impietosamente la situazione del sistema previdenziale italiano e non lascia spazio ad alcun dubbio riguardo la necessità di provvedere fin da subito a fornire ai nostri figli strumenti che li aiutino a mantenere inalterato il loro futuro tenore di vita.In fondo, come affermava F.A.Clark, “la cosa più importante che i genitori possono insegnare ai loro figli è come andare avanti senza di loro”.   Abbiamo due modi per farlo: il primo è quello di garantire loro un percorso di studi che gli permetterà di trovare lavoro senza troppe difficoltà. Questo significa dar loro la possibilità di accedere ai migliori corsi universitari e a master post laurea. Il secondo è quello di aiutarli a costruire il loro zainetto previdenziale, alimentando piani di previdenza personale a loro intestati.   In entrambi i casi il futuro dei nostri figli passa attraverso la nostra consapevolezza: quella di doversi affidare a consulenti preparati che ci aiutino in tutte le fasi del processo di pianificazione finanziaria, soprattutto nella attività preliminare, ma forse più importante: quella del budgeting.   Questa attività ci permette sia di tenere sotto controllo entrate ed uscite, sia di stimare le uscite future. In questo modo ci aiuta a “reperire” le risorse ottimizzando le spese: tagliando tutte quelle non necessarie, siamo in grado di liberare risorse da destinare agli obiettivi specifici di investimento che, in questo caso, abbiamo chiamato Università e Pensione.   Un primo suggerimento è quello di invertire la funzione del risparmio in modo da non considerarlo un elemento residuale. Mi spiego meglio: tutti sappiamo che il risparmio è dato dalla differenza tra entrate ed uscite, quindi tutti noi siamo naturalmente portati a risparmiare una cifra che risulta residuale, quello che cioè ci resta in tasca dopo aver pagato tutto quel che c’è da pagare.   E se invece pensassimo diversamente? Potremmo invertire la funzione fissando innanzitutto la cifra che intendiamo mettere da parte e, solo dopo aver accantonato questa cifra, procedere poi con le spese ( logicamente le spese essenziali non possono essere in alcun modo tagliate).Una mirata attività di budgeting consente di aumentare la nostra capacità di risparmio fino al 20%.   Un altro suggerimento è quello di sfruttare i vantaggi fiscali, propri di alcuni investimenti, per reinvestirli in un piano di accumulo dedicato ad altri obiettivi, come l' istruzione. I piani di previdenza, per esempio, hanno dalla loro un vantaggio che li rende unici: la deducibilità fiscale.   L’infografica sottoriportata ci aiuta a capirne l'importanza: un risparmiatore con un reddito lordo di 50.000 € , ad esempio, versando 5.000 euro in un piano di previdenza otterrebbe uno sconto fiscale pari a 1.900 € che potrebbe investire in un PAC azionario da 150 € mensili.     I soldi devono avere gli occhi dei nostri figli. Non è solo denaro, è il loro futuro.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi