Claudio Boni

Consulente finanziario

IV° 2020
II° 2020
I° 2020
Allianz Bank Financial Advisors Spa
Firenze, Bologna, Pistoia, Prato
Oltre a €40MLN
Oltre a 10 anni
Laurea
47 anni
672
17 febbraio 2020
IV° 2020
II° 2020
I° 2020

Profilo professionale

Laurea in giurisprudenza, specializzato in Wealth management alla Bologna Business School dell'Università di Bologna, sono consulente finanziario per Allianz Bank dal 2002.
Sono membro della Chartered Financial Analyst Society Italia.
Da cinque anni faccio educazione finanziaria nelle scuole superiori di Borgo San Lorenzo. Sono anche consulente assicurativo plurimandatario, sempre dal 2002.
Il mio approccio e ' quindi convintamente trasversale. Cosa vuol dire? Spesso si ha logiche di investimento corrette , ragionate ed efficienti , ma magari la nostra casa non è assicurata per l'incendio o il terremoto, oppure andiamo al parco col cane serenamente...
Eppure un piccolo incidente puo' mettere a rischio tutto il nostro patrimonio finanziario e tutta la pianificazione del rischio si sbriciola in un attimo.
Le polizze liberano risorse economiche , sono coperture indirette del patrimonio finanziario.
Molto più di tanti strumenti finanziari, ed in maniera certa.
Il “se succede qualcosa...” può essere spesso neutralizzato, liberando cosi' gli investimenti da vincoli esterni e permettendo maggiore libertà nell'allocazione. Non è possibile fermarsi al mero risk management di portafoglio, perché è parziale.
Il risk management è totale , personale, familiare. Lavoro per una banca “aperta” , cioè che colloca prodotti di molte altre case di investimento e lo stesso approccio l'ho scelto per il settore assicurativo; anche qui collaboro con molte compagnie.
Il vantaggio per il servizio al cliente è palese,scelgo il meglio in base alle esigenze. Ho competenze private equity , sulle questioni successorie e di passaggio generazionale: affianco le le famiglie, le aziende e gli imprenditori nelle loro scelte , dalle più semplici alle più sofisticate come i trust, affidandomi ad un network di professionisti di riconosciuta professionalità. Ecco come interpreto quindi la mia professione , in maniera davvero olistica.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Da aprile 2002 a oggi - Consulente finanziario presso Allianzbank F.A.
  • Da febbraio 2002 a oggi - Partner presso Assicurazioni Boni srl
  • Da aprile 2009 a oggi - Partner presso Hermes Consulting srl
  • Da luglio 2014 a maggio 2019 - Assessore , comune di Borgo San Lorenzo
  • 1994 - 2000 - Laurea in Giurisprudenza, "Il diritto e Internet" presso l'Università di Firenze
  • 2019 - 2020 - Corso in Wealth management presso BBS , Bologna Business School - Università di Bologna
  • 2019 membro del CFA Institute
  • 2001 - 2002 - Master, Marketing & media presso Profingest Bologna
  • 2011 - 2012 - Master, Business and executive coaching presso SCOA
  • 2006 - 2007 - Master part time, Distribuzione assicurativa presso Allianz Business School
VEDI I MIEI ATTESTATI
Leggi di più

Le mie ultime attività

Tesla, Nio ed altre riflessioni tecnologiche

02.03.2021 / 50 / 0

Ciao a tutte, ciao a tutti , oggi mi son svegliato con l'idea di ragionare delle aziende- azioni che sono sulla bocca di tutti ormai da un annetto, a causa delle loro performance, dall'indubbio fascino che hanno soprattutto per noi italiani che vediamo queste realtà veramente da lontano. Le aziende sono Tesla , Nio ( la Tesla cinese) e Amazon. Sono le star dei mercati . 1) Tesla, produttore leader di auto elettriche , valore circa 700 dollari ad azione, prezzo cresciuto 6-7 volte nel 2020. 30 analisti delle banche di investimento piu' importanti prezzano Tesla a 12 mesi fra 100 dollari e 950 ; cioè come la roulette. Se prendo a confronto Apple : a 12 mesi ha una forchetta stimata di circa 50 dollari fra il piu' alto e il piu' basso , 120 dollari e 170; questo per dire che con Tesla siamo fuori dalle categorie di investimento ma nella pura speculazione, che è il nome elegante del gioco d'azzardo. Se Tesla fosse valutata con gli stessi criteri finanziari di Apple per calcolare il valore attuale e futuro , dovrebbe valere 1/4 dell'attuale valore, a 700 dollari. E dico Apple e non Eni o Enel. Perché insomma va bene che si investe sul futuro, ma insomma un minimo di collegamento con la realtà ci dovrà pure essere. Il parametro di valutazione (non l'unico) piu' usato per i titoli è il cosiddetto cash flow, flusso di cassa, che viene utilizzato per stimare il prezzo "giusto" e il futuro prezzo dei titoli su basi reali , cioè sulla capacità dell'azienda di creare liquidità nuova ogni anno. TESLA ha 6 mld di cash flow atteso nel 2021 e capitalizza 650 mld, Apple fa 80 mld di cash flow e capitalizza 2000 mld di dollari, tre volte Tesla ma con 14 volte il cash flow, non son chiacchere, oltre a guadagnare decine di miliardi di dollari ogni anno da un decennio , al contrario di Tesla, che porta a casa nel 2020 qualche centinaio di milioni di dollari di utile per la prima volta. Poi per carità ,fra 5 mesi è a 900 dollari e tutti zitti , ma questo è quanto possiamo trovare nel bilancio. Gioco d'azzardo puro, insomma. 2) Nio , macchine elettriche cinesi di alto prezzo, concorrente in potenza  di Tesla se ce n'è uno. valore del titolo  aumentato di 20 volte in un anno: brucia cassa alla velocità della luce; 7 mld nel 2019, 3 nel 2020 e idem 2021, a utile in due anni, dicono, se continuano a trovare soldi per buttarli nel fuoco a questa velocità...Ma fra due anni chissà quale sarà il mercato; un altro produttore in quotazione nel 2021, Rivian , ha fra i soci Amazon, dico solo questo , e esce con macchine super che potete vedere sul loro sito https://rivian.com/ .  Questi faranno tremare tutti, hanno dietro la maggior macchina di liquidità del mondo (dopo Apple), cioè Amazon. E i tedeschi, poi i giapponesi? Staranno fermi? Non credo. Lo scenario sarà ultra competitivo, rapido e le stime lasciano il tempo che trovano a 2-3 anni.E senza fare utili , bruciando cassa , è un gioco rischioso. Anche  qui siamo al casino'.Sono scommesse su aspettative, con ancora meno dati reali di Tesla . Su tutto il business auto elettriche la grande incognita : è sostenibile? Ha senso dal punto di vista ambientale? Bill Gates , nel suo ultimo libro dice " NO".Ed i soldi per la transizione ecologica devono andare in altri settori. 3) Amazon: il prezzo è laterale intorno ai 3000 dollari da 7-8 mesi, cioè oscilla senza salire ne' scendere; è titolo da accumulo e da pazienza, relativamente rischioso. E' come avere la General Electric di 40 anni fa. Non è assolutamente da mettere nel mazzo con gli altri due, sono proprio mele e pere. Società ormai tutt'altro che innovativa, di grande efficacia ed efficienza, un grandissimo gestore di logistica, ecco cos'è oggi Amazon. La capacità di generare denaro la porta a diversificare ovunque, dalle auto elettriche ai supermercati al cinema- intrattenimento, alla proprietà di giornali etc . Dov'è l'inghippo? E' che spesso ci viene da fraintendere la tecnologia con l'innovazione. E ne veniamo affascinati, anche per la maniera superficiale conn cui la trattano i media; ad esempio Apple ormai da un po' non è piu' innovativa pur essendo la società piu' ricca e redditizia al mondo . Innovazione vuol dire inventare l'IPhone, non metterci una telecamera in piu' ogni anno.  Innovazione è inventare l'ibrido come ha fatto Toyota 25 anni fa ed essere ora leader del mercato delle auto normali, non di quello da 100.000 euro elettriche che si comprano 100.000 persone nel mondo , forse. Innovazione è pero' rischio e dispersione di risorse. Innovazione è il vantaggio rispetto ai concorrenti di qualche anno, se l'azzecco. E quindi ci vogliono le risorse per farla. Ed innovazione non vuol dire neanche ( o non solo) andare in digitale , vendere online etc. Vuol dire creare mercati nuovi , bisogni nuovi ed essere i primi. Se pensiamo al sistema bancario italiano, ecco, quello è l'opposto dell'innovazione ; verrà eroso lentamente dai nuovi concorrenti digitali ( "Fintech"), soprattutto per i piu' giovani che di certo non fanno la fila per un bonifico e non lo vogliono pagare 3,5 euro. Ecco, li' ne vedremo davvero delle belle.  Ecco, ho fatto qualche riflessione mettendo insieme mele, pere e cani, diciamo così, per mantenere sempre un sano distacco da filosofi greci, in un mondo che ci sommerge di notizie ma di queste, le informazioni sono pochissime. E spesso le informazioni vere sono numeri che aiutano le scelte nella complessità. A presto.  

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Il dilemma delle obbligazioni : come (provare a ) investire a basso rischio il mio portafoglio

23.02.2021 / 109 / 0

Quali alternative all'investimento azionario senza dover registrare una perdita data dai tassi negativi delle obbligazioni? 

Ascolta il mio podcast

Ascolta tutti i miei podcast

Il capitale garantito: spieghiamoci davvero bene.

06.07.2020 / 361 / 0

In queste settimane ho avuto alcune esperienze professionali che mi hanno fatto sentire l'esigenza di apporfondire questo tema , che ho già trattato in un post di Febbraio, sempre attuale per l'investitore italiano.

Guarda il mio webinar

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi