Emanuela Romani

Consulente finanziario

II° 2020
Finecobank
Perugia, Arezzo, Macerata, Pesaro e Urbino, Terni
Da €20MLN a €40MLN
Oltre a 10 anni
Diploma di specializzazione
52 anni
163
06 aprile 2020
II° 2020

Profilo professionale

Sono dal 1992 nel mondo della Finanza, ho sostenuto il primo esame per l’iscrizione all’Albo dei Consulenti Finanziari, ho visto i mercati passare dalla Borsa gridata, alla Telematica, i BOT dai rendimenti al 15% ai tassi 0 e posso dire che ci sono sempre delle possibilità, c'è sempre qualcosa di interessante per chi sa ben guardare....Sono sempre stata appassionata di analisi tecnica, che metto al servizio della Consulenza, per pianificare al meglio e raggiungere gli obiettivi di ognuno.Il gioco di squadra tra cliente e consulente è la vera chiave per un successo duraturo negli investimenti, una banca che sappia mettere a disposizione servizi a 360° è il completamento necessario, ma non sufficiente al tutto.Lavoro insieme a Fineco a seguito dell'acquisizione di Banca di Roma da parte di UniCredito, questa articolata aggregazione ha portato alla fusione tra UniCredit Xelion Banca per la quale lavoravo e Fineco Bank dando origine ad un colosso nel mondo della Promozione Finanziaria che ha fuso abilità nel Trading con altissime competenze nella Consulenza.Sono a Vostra disposizione per conoscerci e per mettere le mie competenze al Vostro servizio.

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Diploma superiore Tecnico Commerciale Vittorio Emanuele II 1987;
  • Iscrizione all’Albo dei Consulenti Finanziari (ex Promotori Finanziari) n. 6641 del 01/12/1992;
  • Diploma Tecniche di negoziazione derivati e opzioni Piazza degli Affari Milano 1994;
  • Certificato European Financial Advisor 2007.
Leggi di più

Le mie ultime attività

S&P 500 alla prova dei massimi e il tuo portafoglio ha recuperato il suo massimo?

01.09.2020 / 65 Visualizzazioni

Una parte del mondo ha ancora un piede sotto l’ombrellone e i mercati vanno alla grande, Agosto negli anni è stato un mese contrastato per i mercati, non nel difficile 2020. Durante questo momento abbiamo recuperato e superato i massimi dello S&P 500 ma a portarci ai valori di Febbraio non sono stati gli stessi strumenti, le stesse aziende. Il mercato azionario nel suo violento recupero dai minimi di marzo ci ha lasciato a bocca aperta. In questi mesi guardando a P/E a livelli considerevoli, molti Gestori ci hanno più volte indicato con determinazione che i dati economici, sono fortemente scollegati rispetto ai prezzi, eppure il sentiment è positivo. Non è emotività pura, il mercato si è andato a spostare verso nuove opportunità offerte da un nuovo modo di intendere il lavoro, il tempo libero, gli acquisti, la vita nel suo complesso. Stiamo ripensando il nostro modo di approcciare il fuori, dunque prima hanno reagito alcuni settori, ora bisogna guardare con cura alla seconda linea. Sappiamo che ci sono settori che non hanno recuperato come potrebbero: petroliferi, bancari, assicurativi, compagnie aree e navali. In questi ambienti ci sarà da muoversi, ci saranno aggregazioni, occasioni di crescita apparentemente impensate. Ci sono settori in cui si potrà operare utilizzando la logica dell’accumulo o strumenti “alternativi” come i certificate, che potrebbero dare una spinta anche cercando tra le vecchie emissioni. Diversificare è il must assoluto. Prima di tutto occorre andare a determinare perché il vostro portafoglio non ha recuperato i massimi passati. Cattiva diversificazione iniziale, scarsa qualità del gestore di partenza, orizzonte temporale concesso all’investimento troppo breve… Partendo dall’analisi del Portafoglio in essere si può determinare cosa sta limitando la ripresa e cosa potrebbe spingerla ora. Si potrebbe consolidare qualche rendimento mettendolo al sicuro. Tutto molto personalizzato, utilizzando lo strumento che fa recuperare minus se del caso, per questo parlavo di Cerficate, sono un mondo…

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Le opportunità Post Covid, il tuo Asset ha le carte in regola per il futuro?

15.07.2020 / 52 Visualizzazioni

Per affrontare le sfide dei mercati attuali, sempre più complessi e imprevedibili, è necessaria una consulenza evoluta in grado di cogliere al meglio le opportunità offerte. Dopo una caduta verticale rapidissima il mercato ha recuperato prontamente anche oltre le attese di molti analisti e gestori, siamo rimasti tutti a bocca aperta perché i prezzi attuali non rispecchiano i dati economici. Ma ci sono strategie che non hanno bisogno di sfere di cristallo. Come Consulente ho operato seguendo l’evolvere della situazione al fianco dei Clienti che assisto e con ognuno è stato fondamentale un confronto per comprendere la percezione dei fatti. L’andamento del mercato e dell’economia è una delle due facce della medaglia nella quale la mia Professione si esprime. Che vuol dire? Un Imprenditore, un Professionista, una Famiglia hanno strategie più o meno dinamiche. Facciamo un esempio pratico, se lo scopo nel medio lungo periodo è un Profilo Bilanciato/Prudente:durante la prima fase dell’anno saremmo stati investiti investititi al 30% di Azionario il mercato Toro avrebbe spinto questo 30% verso il 40% che andava incassato. Dopo la caduta vertiginosa che ha portato al minimo del 23 Marzo il consiglio sarebbe stato quello di ribilanciare acquistando  perché l’Orso si era mangiato una parte di quel 30% che andava ripristinato.   Ora il violento recupero che stiamo vivendo porta di mese in mese a dei ribilanciamenti che sono tanto più frequenti tanto più prudente è l’investitore, perché di nuovo dai minimi di Marzo quel 30% sta crescendo molto e le performance si sono fatte molto interessanti. Il lavoro che viene fatto dunque segue il Trend, non ha bisogno di previsioni, presuppone un monitoraggio attento del Portafoglio e un’analisi attenta delle necessità e mete di ognuno. Anche l’investitore  è partecipe di questo lavoro, lo condivide. Il rendimento è una piacevole, efficiente conseguenza di una strategia condivisa. Mi piacerebbe sentirci e confrontarci per concordare un appuntamento e illustrare di persona i vantaggi di questo modo di fare squadra.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Sell in May......

04.05.2020 / 106 Visualizzazioni

Abbiamo vissuto il marzo peggiore di sempre, l’Aprile migliore.    Cosa ci aspetta? Quanti di noi possono davvero pensare che sia tutto finito qui?   Siamo ancora nel pieno di questo momento.   La nostra abilità sta nel guardare tutto con lucidità, ci sono elementi razionali da tenere fermi sempre.   Consiglio acquisti sulle cadute di prezzo, meglio sotto le medie a 200 gg e l’RSI sotto soglia.   Il quanto è diverso a seconda dell’investitore.   In questo momento il “Portafoglio Core” che sento più adatto alla situazione ha una buona dose di “Portafoglio garantito” utilizzo una Gestione Separata assicurativa che consente un 2,40% di rendimento su cui contare, grazie a un Asset diversificato.  Il Rating dell’emittente è molto interessante.   A questo aggrego una ulteriore diversificazione Obbligazionaria Investment Grade garantita adesso delle Banche Centrali e un po’ di High yield.  La componente azionaria Core è del 15%.   Questo Asset a fine marzo con i mercati in caduta libera era sotto di 1,46%.     Il tutto viene integrato a seconda delle mete di ogni investitore, l’orizzonte temporale e il profilo, la possibilità che il singolo ha di fare scelte tattiche più o meno aggressive.   È la parte del portafoglio che viene gestita in modo più strategico e più frequentemente movimentata, se si è attivi adesso si potrebbe anche consolidare qualcosa che si è acquistato sui minimi di marzo.   Gli strumenti utilizzati sono quelli che si ritengono più opportuni, possono essere Fondi, Sicav, ETF, Certificates, Titoli ecc. dipende dalla predisposizione e l’abilità al Trading e le eventuali minus in portafoglio da recuperare.   Le considerazioni da fare nello specifico sono molte…

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi