Giuseppe Messina

Consulente finanziario

I-II 2021
I-II-IV 2020
Consulenti Finanziari Autonomi Indipendenti
Trieste, Genova, Gorizia, Udine
Fino a €20MLN
Oltre a 10 anni
Laurea
57 anni
1136
17 dicembre 2019
I-II 2021
I-II-IV 2020

Profilo professionale

Mi occupo di finanza personale e investimenti dal 1984. Dopo una carriera da manager, ho deciso di mettermi al servizio di clienti privati, istituzionali e imprese, diventando un consulente finanziario autonomo indipendente. La mia attività consiste nella gestione degli asset finanziari di clienti privati e fornisco una consulenza a 360 gradi anche nei seguenti campi: previdenza, problemi successori, rapporti con gli intermediari, investimenti immobiliari.Forte di un’esperienza in Project Management e di Controllo di Gestione, mi propongo anche come CFO o “Controller esterno”, da una parte per la verifica dell’equilibrio patrimoniale ed economico aziendale, dall’altra per il controllo dei costi.Scegliere un consulente finanziario autonomo indipendente significa scegliere un professionista che ha caratteristiche precise: non ha vincoli di prodotto per la prestazione professionale; non ha bisogno di conferimento di denaro; può estendere il raggio della consulenza anche ad altri ambiti patrimoniali.Nel mio lavoro sono particolarmente attento alla diversificazione degli asset e alla gestione del rischio, che perseguo attraverso l’analisi tecnica e comportamentale dei mercati, combinandola con l’analisi delle strutture macroeconomiche.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Consulente Finanziario Autonomo iscritto all'albo con Delibera OCF nr. 1134 del 27/06/2019
  • Master in Studi Internazionali - Luiss
  • Master in Business Administration - MIB Trieste
  • Laurea in Scienze Marittime e Navali - Univ. Pisa
  • Socio ordinario SIAT Società Italiana Analisi Tecnica
  • Volontario per il "Mese dell'Educazione finanziaria" - Ministero dello Sviluppo Economico
Leggi di più

Le mie ultime attività

Rischi elevati sui mercati. E' ora di controllare il tuo portafoglio

14.06.2021 / 133 / 4

Gli indicatori di stress sono ovunque ai massimi. Occorre proteggere i portafogli da una possibile fase di pesante correzione.

Guarda il mio webinar

Guarda tutti i miei webinar

Volatilità in arrivo?

11.06.2021 / 63 / 0

È giunto il momento di controllare e aggiornare la composizione del proprio portafoglio, e la relativa esposizione al rischio. La gestione del rischio è una componente fondamentale non solo per la protezione del risparmio, ma anche per la gestione delle performance. Il risultato di gestione infatti si ottiene in primis  evitando gli scivoloni. La borsa non sale sempre, checché ci venga raccontato. Il momento attuale è molto critico, in quanto i mercati azionari sono andati ben oltre i livelli pre pandemici, a cominciare dai mercati americani. I mercati azionari quotano oggi su livelli che scontano tutto il meglio di ciò che potrà accadere, e non è chiaro cosa altro stiano scontando, forse che andremo presto a passeggiare nello spazio. A guardare le quotazioni sembra che non si sia reduci da una delle peggiori crisi economiche degli ultimi anni. Le quotazioni sono infatti su livelli di sopravvalutazione superiori anche a quelli del 2000, anno della bolla delle dot com Il “Buffett indicator”, uno degli indicatori utilizzati per misurare la sopravvalutazione delle borse, segna in questi giorni valori ai massimi storici. I tassi a zero continuano a favorire l'inflazione finanziaria. La liquidità è in trappola, non sa dove andare e fluisce in eccesso sui mercati azionari. I mostruosi programmi di riacquisto titoli da parte delle banche centrali continuano a mantenere artificiosamente alti i prezzi delle obbligazioni e dei titoli di Stato, mentre i piani di stimolo fiscale rischiano di risvegliare l’inflazione. Tutto questo non può continuare all'infinito. I mercati hanno corso al rialzo scontando in anticipo gli effetti benefici delle vaccinazioni di massa e la fine della pandemia. Tutto questo è già nei prezzi. La realtà però dice che le economie sono ancora ben al di sotto dei valori pre-pandemici,  e che negli Stati Uniti ci sono ancora 8 milioni di disoccupati in più rispetto al febbraio 2020. Quindi è necessario a questo punto rivedere la composizione dei portafogli, che non può essere evidentemente sempre adatta per tutte le “stagioni”. Occorre adesso rimodulare i portafogli in modo adeguato, prima che un aumento della volatilità renda gli interventi tardivi e poco efficaci. Come consulente finanziario indipendente non colloco prodotti, non percepisco retrocessioni da parte di Fondi o di terz,i e lavoro a servizio esclusivo del cliente. Contattatemi per una valutazione gratuita dell'esposizione al rischio del vostro portafoglio. Sarà mia cura anche spiegarvi più in dettaglio le sfide che ci attendono nei prossimi mesi e che non possiamo ignorare.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Può il crollo del Bitcoin generare una cisi sui mercati finanziari?

09.06.2021 / 197 / 0

A causa del recente crollo delle quotazioni i crypto asset hanno bruciato circa 1 trilione di dollari di capitalizzazione. Per dare un termine di paragone, è come se si fosse disintegrata nel nulla la Borsa Valori di Milano. Quasi sempre quando esplodono le bolle le perdite maggiori sono a carico di migliaia e migliaia di piccoli speculatori. In passato l'esplosione delle bolle ha talvolta innescato crisi a catena inaspettate.

Ascolta il mio podcast

Ascolta tutti i miei podcast

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi