Fermo, Ancona, Ascoli Piceno, Macerata
52 anni
Finecobank
389 visite
Laurea
Oltre a 10 anni
Da €20MLN a €40MLN
  • 2019*

Profilo Professionale

"I soldi ti permettono di fare cose importanti, ma di fronte alla vita siamo tutti uguali." (Totò)

Lavoro da anni per il mondo Fineco, la banca diretta multicanale del Gruppo UniCredit con oltre un milione di clienti e una delle maggiori reti di consulenza in Italia con oltre 20mld nel private banking.

Ti affianco nella realizzazione degli obiettivi di vita, tuoi e della tua famiglia, combinando tecnologie di pianificazione evolute con la professionalità unica di una consulenza a 360°.

Il mio obiettivo è IL TUO SUCCESSO. Sono accanto a te per accrescere il tuo capitale, proteggerlo o trasferirlo.

TI AIUTO A RISOLVERE IN MASSIMA RISERVATEZZA: Gestione del capitale, Gestione imprevisti, Gap previdenziale, Passaggio generazionale e questioni legate all’Eredità.

Alla base di tutto c’è la FIDUCIA in una relazione solida e trasparente, con un approccio all’investimento personalizzato, metodico e circolare.

Una consulenza a misura d’uomo contemporaneo, con una tecnologia all’avanguardia e una prassi veloce, in cui ogni aspetto burocratico è risolto in breve tempo: tutti motivi per cui il modello Fineco è vincente.

Cosa Posso Fare Per Te

Creo e gestisco soluzioni di investimento globali e diversificate:

  • Tailor-made Solutions
  • Portfolio Analysis & Monitoring
  • Investment Advisory
  • Fund Research & Selection

I MIEI VALORI NON OSCILLANO IN BASE ALLA BORSA:
Integrità, trasparenza, amicizia, famiglia.

LE MIE SKILLS:
Tenacia, capacità e ambizione.

Un difetto? Il perfezionismo.

Quando si parla di patrimonio e finanze, si è molto seri. Vuoi rompere il ghiaccio?
Inviami una richiesta di informazioni

Su Di Me

Toglietemi tutto ma non i miei dispositivi Apple.

Ai fornelli supero mia moglie e adoro la pizza napoletana.

Dentro sono un vichingo: senso civico nordico e la dialettica di un filosofo greco. Mi indignano le disuguaglianze e le disparità sociali, cerco di rendere migliore questo mondo dando per primo l’esempio.

Esperienza

Orgoglioso di essere stato uno dei primi ad entrare in Fineco, anticipando il futuro, ho iniziato la mia carriera nel 1999 sotto l’ombrello dell’allora Unicredit e in Fineco nel 2008.

Ho raggiunto alti livelli di professionalità grazie alla mia tenacia e sono passato da promotore finanziario, a Wealth Financial Advisor fino a diventare, oggi, Private Banker.

Gestisco patrimoni importanti e ti affianco nella risoluzione dei progetti e delle priorità di vita e di lavoro.

Sono in formazione continua e monitoro H24 la situazione finanziaria. Così ho sempre il massimo controllo, senza lasciare nulla al caso.

Sono sempre focalizzato su:

  • PIANI DI INVESTIMENTO STRATEGICI
  • CHECK UP INVESTIMENTI
  • MONITORAGGIO CONTINUO
  • BISOGNI OBIETTIVI

IL PROSSIMO OBIETTIVO?
Tra qualche anno mi piacerebbe fare da Mentore e Manager alle nuove generazioni entranti in Fineco, così da lasciare qualcosa di me a chi è agli inizi di questo percorso lavorativo.

Le Mie Ultime Attività

Che cosa sono e perché bisogna investire nei Megatrend

21.08.2019 / 311 Visualizzazioni

I Megatrend sono rilevanti fattori socio-economici, ambientali e tecnologici che rispecchiano il mutare del nostro stile di vita. In questo senso, alcune aziende sono più predisposte a trarre vantaggio da questi cambiamenti strutturali, mentre altre lotteranno per rimanere rilevanti in un mondo in rapida evoluzione. Ciò rappresenta una forte opportunità di investimento per coloro che possono guardare oltre le oscillazioni a breve termine del ciclo economico e concentrarsi maggiormente sui Megatrend a lungo termine, che sono quelli con maggiore impatto. Demografia e Invecchiamento della popolazione: la popolazione mondiale sta invecchiando, facilitata dagli avanzamenti nei settori medico e tecnologico. I rapporti delle Nazioni Unite (ONU) prevedono un aumento della popolazione mondiale di oltre 1 miliardo di persone entro il 2030. Geograficamente, l'effetto incrementale si nota sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo, ma il trend ha molto più impatto nel continente Asiatico. Infatti, ci sono più ultra-65enni in Asia che persone negli Stati Uniti d’America e si prevede che nei prossimi 25 anni ci saranno più ultra-65enni in Asia che persone nella Eurozona e in Nord America, messe insieme. L'invecchiamento della popolazione mondiale darà luogo ad una sempre maggiore attenzione alla fornitura di assistenza sanitaria e alla ricerca volta allo sviluppo di nuovi farmaci; l'influenza delle diverse generazioni cambierà le abitudini e le tendenze di consumo, e l'aumento della popolazione continuerà a fare pressione sulle risorse già scarse. Per vivere e sfruttare al meglio questi cambiamenti, il genere umano avrà bisogno di tecnologie sempre più all’avanguardia e anche di innovazioni nel modo di vivere, comunicare, produrre, fare affari e consumare. Sostenibilità: secondo la NASA, le temperature globali sono aumentate di 1,9° F dal 1880 e 18 dei 19 anni più caldi mai registrati si sono susseguiti a partire dal 2001. Nello stesso tempo, dati satellitari indicano chiaramente il restringimento delle calotte polari, con il conseguente innalzamento dei livelli del mare ad una velocità di oltre 3 mm all'anno. Contemporaneamente, i livelli di anidride carbonica nell'aria sono al loro massimo da oltre 650.000 anni: tali livelli sono attribuibili in gran parte all'agricoltura, alla deforestazione e all’uso di combustibili fossili. È probabile che questi effetti allarmanti saranno esacerbati dalla crescente popolazione globale, a meno di identificare combustibili, materiali e processi più efficienti, in modo da ridurre l’impatto umano sul pianeta. Difatti, è già in atto, e sta rapidamente prendendo piede, un movimento che ha come fine quello di contrastare gli effetti negativi degli esseri umani sul pianeta e di rendere il mondo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Infatti, sempre più spesso i consumatori scelgono materiali alternativi alla plastica, che per la propria produzione richiede un alto numero di risorse ed è difficile da riciclare, combustibili più efficienti e fonti energetiche come le batterie al litio ed energia derivante da fonti rinnovabili per sostituire i tradizionali combustibili fossili; tanti governi stanno varando incentivi volti alla riduzione di rifiuti e al loro riciclo, quando possibile. Urbanizzazione: nel 1990 sull’intero pianeta esistevano solo 10 città con una popolazione ai 10 milioni di abitanti – le cosiddette "megalopoli". Oggi il numero delle mega-città mondiali è quasi triplicato, sono infatti ben 28. Nel 1950, il 30% della popolazione mondiale viveva in aree urbane e si prevede che questa percentuale aumenterà al 66% entro il 2050: con la crescita della popolazione, le città, come sono attualmente conosciute, dovranno adeguarsi alle diverse richieste dei propri cittadini. Saranno infatti necessarie città con nuovi e "smart" paradigmi per ospitare questa popolazione urbana in espansione. I trasporti dovranno diventare più efficienti e probabilmente verranno sviluppati sistemi di guida autonoma; saranno inoltre necessari sistemi di connessioni più "smart" per poter mantenere le persone e le imprese sempre connesse in modo sicuro. Inoltre, l’urbanizzazione e il crescente concentrarsi della popolazione mondiale all’interno delle città e grandi aree urbane spingerà lo sviluppo tecnologico in modo esponenziale e in questo modo avrà un impatto non secondario sul cambiamento climatico, intersecandosi quindi con altri Megatrend. Tecnologia e innovazione: gli sviluppi tecnologici stanno migliorando la produttività ad un ritmo mai visto prima. Le innovazioni nel campo della robotica, dell'intelligenza artificiale e delle tecnologie di comunicazione stanno spingendo le industrie tradizionali come la vendita al dettaglio, la manifattura, l'agricoltura, i trasporti, la medicina e la finanza a cambiamenti radicali. Il 60% di tutte le professioni potrebbe vedere automatizzato il 30% o più delle proprie attività principali. L’internet delle cose sta prendendo sempre più piede all’interno del mondo moderno: le macchine per il caffè, i frigoriferi, gli impianti di illuminazione, il riscaldamento e persino i campanelli sono o presto saranno controllabili tramite tablet e smartphone. I dati in possesso a Gartner stimano che nel 2016 ci siano state 6 miliardi di "cose" connesse a Internet e che entro il 2020 questo numero salirà ad oltre 20 miliardi. Risulta chiaro che il Megatrend della tecnologia e dell'innovazione è sia un beneficiario che un motore per tutti gli altri Megatrend sopra delineati. Se si vogliono adeguare i cambiamenti demografici globali, l'urbanizzazione e contemporaneamente gestire la crisi dei cambiamenti climatici in atto, risulta essenziale continuare ad investire e adottare queste tecnologie. I Megatrend stanno ridisegnando il mondo. fonti: https://www.un.org/en/development/desa/population/publications/trends/population-prospects.asp https://climate.nasa.gov/ https://www.un.org/development/desa/en/ https://www.mckinsey.com/businessfunctions/digital-mckinsey/our-insights/where-machines-could-replace-humans-andwhere-they-cant-yet https://www.gartner.com/newsroom/id/3598917

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Il rischio è inversamente proporzionale al tempo

30.01.2019 / 713 Ascoltatori

Nel settore degli investimenti sappiamo che il tempo è un fattore fondamentale. Come affronta oggi questo delicato argomento con i suoi clienti? Che relazione c'è tra tempo, performance degli investimenti e volatilità?

Ascolta il mio podcast

La volatilità sui mercati finanziari non va mai in ferie

14.08.2019

La volatilita' sui mercati non va mai in ferie, ma abbiamo gli strumenti giusti per gestirla al meglio con alcune semplici regole: MANTIENI SEMPRE CALMA E LUCIDITÀ. Le flessioni di mercato (e anche i crolli) sono fisiologici: l’emotività porta solo a sbagliare timing. NON DISINVESTIRE NEL PIENO DI UNA CALO DI MERCATO. La tua strategia è di medio/lungo termine. Se perdi il rimbalzo del mercato, rischi di comprometterla. I MERCATI RISALGONO. SEMPRE. E lo fanno anche più velocemente di quanto pensi. IL MIGLIOR ANTIDOTO È DIVERSIFICARE. Un portafoglio diversificato non risente della crisi di uno specifico mercato. INVESTI GRADUALMENTE. Con investimenti periodici puoi costruire una strategia efficace, evitando di entrare al momento sbagliato. RIBILANCIA IL TUO PORTAFOGLIO PERIODICAMENTE. Così eviti il rischio di “comprare ciò che sale e vendere ciò che scende”. COMPRARE IN SALDO “NON HA PREZZO”. I cali di mercato portano anche grandi opportunità, se sai coglierle. METODO E DISCIPLINA SONO ALLA BASE DI OGNI INVESTIMENTO. Puoi affidarti a prodotti studiati per investire con metodo e anche in automatico. https://st.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2016-05-15/borse-ecco-numeri-anti-panico-che-insegnano-aiutano-lungo-termine-181737.shtml?uuid=ADBZKcI

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

*Giuseppe Orza ha ottenuto il nostro attestato "Top MoneyController Financial Educational Award" per la sua attività finalizzata all’educazione finanziaria rivolta ai lettori di MoneyController per l'anno 2019

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi