Linda Leodari

Rating:

Consulente finanziario

Punteggio ottenuto

dal giudizio dei lettori

Ha ricevuto 1 votazioni
Vedi la scheda

27/12/2021

Data ultimo
voto

0

Voti ultimi
30gg

Se mi conosci votami

Consulenti Finanziari Autonomi Indipendenti
Vicenza
Da €20MLN a €40MLN
Fino 5 anni
Diploma di specializzazione
48 anni
146
22 dicembre 2021
Top Financial Educational

Awards: I-2022 ,

Punteggio ottenuto

dal giudizio dei lettori

Ha ricevuto 1 votazioni
Vedi la scheda

27/12/2021

Data ultimo voto

0

Voti ultimi 30gg

Se mi conosci votami

Profilo professionale

Sono Linda Leodari e sono un consulente finanziario autonomo.
Il mio studio si trova a Malo (VI), ma opero in tutta Italia.
La mia attività è rivolta sia a clienti privati che ad aziende.
La mia unica remunerazione è data dai miei clienti e sarà sempre preventivamente concordata.
Questo mi permette di agire in completa indipendenza e senza conflitti di interessi, consigliando solo le soluzioni di investimento realmente efficienti.
Il mio approccio va oltre la gestione degli investimenti, oltre i risultati di borsa.
In esso è il cliente, con i suoi obiettivi e progetti, ad essere al centro dell’attenzione.
La mia proposta al cliente è la pianificazione finanziaria per obiettivi di vita.

In che cosa consiste la mia proposta?

PIANIFICAZIONE PER OBIETTIVI DI VITA – Piano finanziario
Credo che un’attenta pianificazione degli obiettivi di vita e la prevenzione dei rischi costituiscano la base imprescindibile per una buona gestione del patrimonio, che diventa quindi un “mezzo” e non più il “fine”.
Solo dopo aver chiarito dove si vuole arrivare infatti, si possono decidere metodi e tempi per farlo nel migliore dei modi.
Ti affianco nel percorso per definire i tuoi veri obiettivi di vita, per capire se siano raggiungibili con le risorse a tua disposizione e con quanto potrebbe ragionevolmente apportare un loro investimento nei mercati finanziari, evidenziando con franchezza ostacoli, criticità e incongruenze, così da poter darti una precisa visione di insieme di ciò che può essere realisticamente fattibile per arrivare a concretizzarli.
Partendo dagli obiettivi e dalle tempistiche da te indicate per raggiungerli, sviluppo un piano finanziario per l’investimento del tuo patrimonio, al fine di metterlo concretamente “al lavoro” per aiutarti a raggiungerli nei tempi e nei modi da te desiderati, fornendoti inoltre gli strumenti per monitorarlo nel tempo.
Ogni piano finanziario porta allo sviluppo di uno o più portafogli di investimento, legati agli obiettivi e creati consigliandoti le soluzioni di investimento per te più idonee, selezionate in autonomia e senza alcun conflitto di interesse.

PIANIFICAZIONE PER OBIETTIVI DI VITA – Analisi tutele assicurative
Nel processo di pianificazione sarà fondamentale, una volta definiti gli obiettivi, analizzare quali siano gli ostacoli che potrebbero non permetterti di raggiungerli.
Ti propongo quindi un’analisi delle tue coperture assicurative, per ricercare eventuali rischi non coperti, analizzando, se richiesto, i contratti già in essere, verificando se vi siano possibilità di miglioramento.

PIANIFICAZIONE PER OBIETTIVI DI VITA – Analisi previdenziale
In un’ottica di corretta pianificazione del proprio futuro, non può essere trascurato l’ambito pensionistico, nel quale la previdenza complementare è un pilastro ormai fondamentale.
Posso analizzare la tua situazione previdenziale, stimando, sulla base delle norme in vigore, la tua pensione pubblica e la rendita aggiuntiva derivante dal fondo pensione, determinando, se richiesto, l’entità del contributo volontario da destinarvi, per ottenere una specifica rendita desiderata.
Se hai già sottoscritto un fondo pensione, se richiesto, posso valutare le caratteristiche del tuo prodotto e la congruità della linea di investimento scelta, segnalando eventuali proposte migliorative.
Se invece stai valutando di aderire ad un fondo pensione, offro il servizio di ricerca e analisi della soluzione per te più idonea e meno costosa, con l’eventuale stima della rendita finale ottenibile.

GESTIONE DEL PATRIMONIO
Il tuo patrimonio rimarrà sempre nelle tue mani e avrai in ogni momento la facoltà di scegliere se accettare o rifiutare le mie indicazioni.
Io non metterò mai mano ai tuoi risparmi.
Sarai tu a operare direttamente con essi, sulla base dei consigli che ti darò e che tu avrai accettato, sempre dopo una mia preventiva spiegazione.

SERVIZI DEDICATI ALLE AZIENDE
Nel contesto aziendale i miei servizi spaziano in vari ambiti.
Effettuo l’analisi finanziaria delle condizioni economiche nei rapporti bancari, con la quale posso individuare clausole e/o accordi eccessivamente onerosi e penalizzanti per l’impresa, proponendo, ove possibile, soluzioni migliorative e affiancando il cliente, se necessario, nella rinegoziazione dei precedenti contratti.
Propongo inoltre l’analisi assicurativa, presentando all’azienda una chiara fotografia della propria situazione, attraverso la quale possono essere messe in luce eventuali aree scoperte, inadeguatezza delle coperture esistenti o condizioni economiche che possono essere migliorate.
Suggerisco, inoltre, soluzioni di gestione efficiente del T.F.R. e della liquidità aziendale. Offro poi corsi di formazione in azienda su previdenza complementare e gestione del risparmio.

Primo incontro gratuito
Il nostro primo incontro conoscitivo è sempre gratuito.
In esso ti presenterò la mia attività e, sulla base delle tue richieste, formulerò il preventivo per i miei servizi.

Com'è la parcella del consulente finanziario autonomo?
La mia parcella di consulente finanziario autonomo è normalmente di gran lunga inferiore rispetto ai prelievi praticati dalla banca, assicurazione o SIM, di norma applicati direttamente sul conto del risparmiatore a fronte degli investimenti effettuati.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Iscritta all’albo unico dei consulenti finanziari nella sezione dei consulenti finanziari autonomi con delibera OCF n. 1612 del 04/03/2021
  • VEDI I MIEI ATTESTATI

Le mie ultime attività

Prodotti o clienti?

07.06.2022 / 83 / 1

L’intervento del segretario generale della Federazione Autonoma Bancari Italiani (Fabi) Lando Maria Sileoni dinanzi alla Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario italiano (maggio 2022) ha riportato l’attenzione sul cambio di pelle degli istituti bancari italiani, in corso ormai da qualche decennio. Le banche stanno sempre più orientando il loro business soprattutto alla vendita di prodotti, trasformandosi in negozi finanziari e abbandonando gradualmente l’attività di erogazione, più rischiosa e meno redditizia. Nel 2021 i ricavi da commissioni (54%) hanno superato quelli da prestiti (48%). Può sembrare solo una questione di riorganizzazione interna, ma in realtà questo cambiamento ha conseguenze importanti sul tessuto sociale del nostro paese e porta a una drastica riduzione nella tutela dell’interesse dei clienti. Nella rincorsa verso guadagni più elevati, con sempre minor assunzione di rischi, i gruppi bancari spingono   i propri dipendenti alla vendita ad ogni costo, spesso con pressioni commerciali molto forti e senza un’adeguata formazione. In questo contesto, a farne le spese, oltre ai dipendenti non compiacenti, sono ovviamente i clienti. Secondo la denuncia di Sileoni, con l’obiettivo (o l’obbligo) di arrivare ogni giorno ad un target di vendita stabilito, pur di convincere il cliente a sottoscrivere l’acquisto dei prodotti offerti, molti dipendenti arrivano a presentarli in modo poco limpido, omettendo informazioni importanti sui loro costi, sul loro funzionamento e sui loro reali vantaggi, rispetto ad altri simili. L’interesse economico del cliente non è contemplato tra gli obiettivi degli istituti bancari. A sua teorica tutela, per quanto discutibile per molti aspetti, è stato introdotto il questionario Mifid, che ogni intermediario finanziario è tenuto a far compilare al cliente, per determinare il grado di rischio da questi sopportabile e accettabile. Pur di vendere i prodotti più redditizi per la banca e per i suoi consulenti, tuttavia, molti di essi suggeriscono le risposte ai clienti nel questionario, così che questi ottengano la “patente finanziaria” idonea per acquistarli. La differenza rispetto alla consulenza finanziaria indipendente è abissale. Il consulente finanziario autonomo non percepisce alcun compenso dalla vendita degli strumenti finanziari ed è pagato unicamente dal cliente. Questo lo rende libero da qualsiasi condizionamento o pressione commerciale e senza conflitti di interesse nelle sue proposte. Come consulente finanziario autonomo quale sono, il cliente è sempre al centro del mio servizio. Ascolto la sua storia, i suoi bisogni, i suoi obiettivi, i suoi desiderata, al fine di elaborare un piano finanziario di investimenti coerente con la sua personale situazione, con una selezione di strumenti finanziari scelti attraverso una continua ricerca di efficienza, sia economica che fiscale; strumenti spiegati con chiarezza  nel loro funzionamento, costi, aspetti positivi e soprattutto limiti.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

ATTENZIONE AI COSTI DEL PORTAFOGLIO

07.05.2022 / 47 / 1

A prescindere dalle motivazioni o dalla strategia che ognuno ha per investire il suo denaro nei mercati finanziari, è importante avere chiari i costi dei propri investimenti, poiché, in certi casi, possono impattare in modo molto pesante sul proprio portafoglio. La scelta degli strumenti finanziari e dell’intermediario presso cui acquistarli non sono affatto secondarie. Le domande da porsi sono: lo strumento vale il costo che ha? E’ quello che effettivamente mi serve? Spesso vengono proposte le polizze multi ramo. Si tratta di strumenti costosi, con reale utilità in specifiche situazioni, come ad esempio ai fini successori. Sono infatti impignorabili, insequestrabili, non rientranti nell’asse ereditario ed esenti da imposta di successione. In esse il beneficiario può essere un soggetto che non ha un diritto naturale all’eredità, purché i premi versati non ledano la quota spettante per legge agli eredi legittimi. Se non si hanno questo tipo di esigenze, l’investimento nei mercati può essere fatto senza il loro tramite, evitando quindi di sobbarcarsi di costi non necessari. In alternativa a queste polizze, possono essere proposti i fondi comuni di investimento a gestione attiva.  Questi fondi hanno un gestore che, attraverso la sua strategia, mira a ottenere un risultato superiore a quello del mercato in cui opera (il suo benchmark), o ad offrire una protezione o un rendimento costante nel tempo. Tale gestione ha dei costi, che in media sono intorno al 2% annuo, ma possono arrivare anche a livelli molto più alti, con eventuali commissioni di entrata, uscita e/o di performances, se applicate. Alternativa, spesso non proposta e talvolta ostacolata, sono gli Etf (Excanghe traded fund), che non hanno una gestione attiva e replicano passivamente l’andamento del proprio mercato di riferimento. Il loro costo è mediamente 1/10 di quello di un fondo comune a gestione attiva. Ma perché non vengono quasi mai proposti? La remunerazione degli intermediari e dei promotori deriva da una percentuale importante delle commissioni sullo strumento offerto. E’ naturale quindi che questi tendano a spingere gli strumenti con le commissioni più elevate, rispetto a quelli più economici. Gli etf sono quindi sempre da preferire ad un fondo a gestione attiva?  Dipende… Un fondo a gestione attiva vale il suo costo quando ottiene delle performances superiori all’etf che opera nel medesimo mercato, o, a parità di rendimento, ha una minore volatilità (oscillazioni del suo valore), o ha una gestione particolare, potenzialmente redditizia e non correlata con l’andamento dei mercati, che non è replicabile con alcun etf. I fondi comuni che, tuttavia, negli anni hanno performato meglio degli etf simili, sono pochissimi e per molti di questo già esiguo gruppo, la migliore performances è stata ottenuta solo per qualche anno. Meglio, quindi, l’uso di soli etf, rinunciando alle potenziali sovra performances di qualche bravo gestore? Come individuare i fondi comuni a gestione attiva di valore? Come scegliere i migliori etf? Questo tipo di analisi non sono sempre facili da fare per un risparmiatore, che può sentirsi confuso e incerto difronte a terminologie di cui non conosce il significato e dati che non sa interpretare con certezza. Il consulente finanziario autonomo fornisce, con estrema trasparenza e senza conflitti di interesse, tutte le informazioni di ogni strumento finanziario, con comparazioni e approfondimenti, offrendo al cliente, oltre all’analisi del suo portafoglio, anche la formazione necessaria per comprendere se i propri investimenti siano efficienti.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Un feedback dai risparmiatori

21.04.2022 / 107 / 1

Voglio condividere il messaggio ricevuto questa mattina da una famiglia, nostra cliente, composta da padre, madre e tre figli, di età tra i quindici e i ventitré anni, che ha riempito il mio cuore di gioia. “Un sentito grazie per l'incontro di ieri sera, in cui abbiamo condiviso e riflettuto insieme su un tema (la gestione finanziaria) che per la nostra famiglia è stato finora un problema che ha condizionato la nostra vita. Parlarne insieme, sentire le vostre esperienze, dare un senso al risparmiare, cercando il giusto equilibrio con il godere la vita oggi è stata per tutti noi una grande opportunità. Abbiamo apprezzato i contenuti dell'incontro, ma soprattutto lo stile in cui è stato gestito che rivela il vostro spessore umano oltre che la vostra competenza in ambito finanziario. Ancora molte grazie e buona giornata!” Avere la conferma che il nostro approccio di pianificazione finanziaria per obiettivi di vita dia effettivamente un aiuto concreto negli equilibri famigliari e contribuisca a creare maggiore consapevolezza,  condivisione di intenti e serenità nella  gestione dei risparmi, è una grande soddisfazione e mi rende orgogliosa della professione che ho scelto, stimolandomi a perfezionare sempre di più il servizio che offro.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi