Marcello Castagna

Consulente finanziario

Finecobank
Verona, Brescia, Mantova, Trento, Vicenza
Fino a €20MLN
Fino 5 anni
Diploma di specializzazione
32 anni
913
12 maggio 2020

Profilo professionale

Mi chiamo Marcello Castagna, ho 31 anni, lavoro a Verona e sono originario della zona del Lago di Garda. Amo leggere e imparare cose nuove. Sono una persona precisa e curiosa. Adoro viaggiare. Scoprire luoghi mai visti e culture diverse mi permette di portare a casa un qualcosa di speciale, nuove esperienze e nuovi insegnamenti che aiutano ad allargare gli orizzonti e a crescere. Cerco sempre di guardare il lato positivo delle sfide che mi trovo davanti ogni giorno.

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Ottobre 2007 Stage Arca Vita – Arca Assicurazioni
  • Gennaio 2008 Corso Apprendistato Camera di Commercio
  • Febbraio 2008 – Dicembre 2012 Impiegato Amministrativo
  • Giugno 2012 Master in Tecnica Assicurativa
  • Gennaio 2013 – Gennaio 2018 Subagente di Assicurazioni
  • Febbraio 2013 – Giugno 2013 Master per giovani Amministratori di Enti Pubblici
  • Febbraio 2013 – Maggio 2013 Corso di Primo Soccorso
  • Luglio 2013 – Agosto 2013 Corso uso Defibrillatore
  • Gennaio 2015 – Maggio 2015 Corso Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Giugno 2015 – Luglio 2015 Aggiornamento Bls-d
  • Febbraio 2016 – Giugno 2016 Corso Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Luglio 2016 Esame Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Gennaio 2017 – Febbraio 2017 Aggiornamento Bls-d
  • Agosto 2017 – Ottobre 2017 Corso Fineco Bank per iscrizione Albo OCF
  • Ottobre 2017 Esame per iscrizione all'Albo dei Consulenti Finanziari abilitati all'offerta fuori sede
  • Febbraio 2018 - Oggi Consulente Finanziario
  • Febbraio 2018 – Dicembre 2018 Fase I percorso Formativo Personal Financial Advisor
  • Febbraio 2019 – Marzo 2019 Aggiornamento Bls-d
  • Marzo 2019 – Dicembre 2019 Fase II percorso Formativo Personal Financial Advisor
Leggi di più

Le mie ultime attività

Perchè il buono postale non funziona più?

16.09.2020 / 100 Visualizzazioni

Se sottoscrivo un buono fruttifero postale 4x4 per 10.000 euro dopo 16 anni l’importo netto che mi viene liquidato sarà di 11.924 euro Dopo aver analizzato le condizioni possiamo tranquillamente dedurre che su un’orizzonte temporale cosi lungo un investimento di questo tipo non ci permette di raggiungere rendimenti degni di nota anzi, difficilmente ci permette di andare a coprire l’inflazione, soprattutto nei primi anni di vita dello strumento. Questa purtroppo è la condizione naturale della maggior parte degli investimenti degli Italiani, abituati da sempre a Btp e Buoni Postali, che vengono soprattutto venduti al giorno d’oggi per le loro garanzie e la loro sicurezza. In questo momento storico, in cui i tassi dell’area Euro sono ai minimi livelli, è impensabile garantirsi grossi rendimenti da questa tipologia di strumenti. Nel lungo medio-lungo periodo ci sono tanti strumenti più idonei e remunerativi rispetto ai Buoni Postali. Basta un orizzonte temporale di 10 anni infatti per avere il 90% di possibilità di avere un raddoppio di capitale su un paniere diversificato di azionario globale. Se poi la volatilità ci preoccupa possiamo sempre considerare un piano di accumulo. Con un’orizzonte di 20 anni, praticamente quasi uguale all’orizzonte dei buoni 4x4, le probabilità arrivano al 99%. Eventualmente poi ci sono le polizze, che ci vengono incontro per aiutarci a bilanciare il rischio con una buona parte di investimento messa a garanzia in gestione separata che storicamente produce un rendimento davvero interessante e che abbassa la volatilità generale del nostro investimento. Btp, buoni postali e strumenti simili sono strumenti che semplicemente non funzionano più, non ti aiuteranno mai a raggiungere alcun obbiettivo finanziario e col passare del tempo non permetteranno al tuo patrimonio di rivalutarsi adeguatamente. Rendersene conto, aiutati da una sana consulenza, è il primo passo verso la propria consapevolezza finanziaria.    

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

I prezzi aumentano. E il tuo patrimonio?

09.09.2020 / 100 Visualizzazioni

Questa bellissima infografica ci mostra come sono cambiati i prezzi negli ultimi 20 anni negli Stati Uniti.     Tutto ciò di cui necessitiamo, tutte le cose fondamentali per la nostra vita come la salute, l’istruzione, le cure mediche e l’assistenza sanitaria aumenta, fino ad esplodere. Tutto ciò di cui non abbiamo effettivamente bisogno, cala drasticamente. Come l’elettronica in generale, la telefonia e i giocattoli. E il nostro patrimonio, in questi ultimi venti anni come si è comportato? Com’era esposto e che risultato ci ha portato a casa? Il passato, ormai, non si può modificare. Attiviamoci quindi per fare scelte diverse e costruirci un futuro migliore, più sereno. Diamo la possibilità al nostro patrimonio di rivalutarsi coerentemente con il nostro profilo da investitori. Lo facciamo per il nostro io futuro. Lo facciamo per rispetto di chi, con il suo sudore, ci ha lasciato qualcosa. Lo facciamo per chi verrà dopo di noi. Parliamone insieme.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Alla ricerca di rendimenti (o di obiettivi)?

02.09.2020 / 132 Visualizzazioni

  La probabilità che il tuo capitale raddoppi, avendo investito in un paniere ben diversificato di azionario globale, su un orizzonte temporale di dieci anni è maggiore del 90%. Basta un 6 / 7% medio annuo, ovvero il rendimento storico dello S&P500. In un orizzonte di vent’anni, la probabilità sale al 99%. La probabilità di vincere 10.000 euro al gratta e vinci Miliardario è di 1 su 420.000 ovvero lo 0,00000238% Se puntiamo ad una vincita sopra i 20.000 euro la probabilità scende a 0,000000095%. L’anno scorso gli italiani hanno “investito” 109 miliardi in scommesse. Per la pensione gli stessi italiani hanno accantonato in fondi privati 16 miliardi. I rendimenti sono solo un mezzo. Non sono un obiettivo. Se l’obiettivo è un integrazione pensionistica, e hai 10 anni davanti, il capitale che dedichi a questo obiettivo si potrà raddoppiare. Hai 20 anni davanti? Il capitale, può quadruplicare. Per avere risultati domani, devi cominciare oggi. Lo fai per te, per il tuo io di domani. Il rendimento del 7% medio annuo in sé non è nulla. Il rendimento del 7% medio annuo è un mezzo che ti permette di - non perdere denaro sui conti correnti (inflazione) - far lavorare il denaro per te, mentre tu ti occupi di altro, del tuo lavoro, dei tuoi sogni, dei tuoi cari Far lavorare i propri soldi e il proprio capitale è possibile, bastano un metodo e il giusto tempo. Hai questo obiettivo? In maniera tranquilla e paziente si può. Senza trading, acquisti e vendite compulsivi, consigli dello zio o buoni postali, si può.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi