Marcello Castagna

Consulente finanziario

III° 2020
Finecobank
Verona, Brescia, Mantova, Trento, Vicenza
Fino a €20MLN
Oltre a 10 anni
Diploma di specializzazione
32 anni
1667
12 maggio 2020
III° 2020

Profilo professionale

Sono Marcello Castagna e sono un giovane e determinato consulente finanziario con una grande passione per il il mondo degli investimenti e della finanza.
La mia missione è aiutare i miei clienti e i lettori dei miei canali social ad aumentare la loro educazione e consapevolezza finanziaria.
Il mio metodo di investimento ti aiuterà inoltre a gestire al meglio il tuo patrimonio e le tue risorse, in modo moderno e intelligente.

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Dicembre 2019 – Oggi Inizio progetto Educazione Finanziaria Social e Online
  • Marzo 2019 – Dicembre 2019 Fase II aggiornamento Personal Financial Advisor
  • Febbraio 2019 – Marzo 2019 Aggiornamento Bls-d presso Ass. Italiana Soccorritori
  • Febbraio 2018 – Dicembre 2018 Fase I aggiornamento Personal Financial Advisor
  • Ottobre 2017 - Oggi Consulente Finanziario presso Fineco Bank
  • Ottobre 2017 Esame per iscrizione all'Albo dei Consulenti Finanziari abilitati all'offerta fuori sede
  • Agosto 2017 – Ottobre 2017 Corso Fineco Bank per iscrizione Albo OCF
  • Gennaio 2017 – Febbraio 2017 Aggiornamento Bls-d presso Ass. Italiana Soccorritori
  • Luglio 2016 Esame Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Febbraio 2016 – Giugno 2016 Corso Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Giugno 2015 – Luglio 2015 Aggiornamento Bls-d presso Ass. Italiana Soccorritori
  • Gennaio 2015 – Maggio 2015 Corso Ivass per iscrizione sezione A/B del Rui
  • Luglio 2013 – Agosto 2013 Corso uso Defibrillatore
  • Febbraio 2013 – Maggio 2013 Corso di Primo Soccorso
  • Febbraio 2013 – Giugno 2013 Master per giovani Amministratori di Enti Pubblici
  • Gennaio 2013 – Gennaio 2018 Subagente di Assicurazioni
  • Giugno 2012 Master in Tecnica Assicurativa
  • Febbraio 2008 – Dicembre 2012 Impiegato Amministrativo
  • Gennaio 2008 Corso Apprendistato Camera di Commercio
  • Ottobre 2007 Stage Arca Vita – Arca Assicurazioni
Leggi di più

Le mie ultime attività

Capire il mercato azionario, in 5 minuti

25.11.2020 / 60 Visualizzazioni

Una delle più brillanti ed accurate metafore mai create per spiegare il funzionamento del mercato azionario e delle sue fluttuazioni è la metafora di Mister Market di Benjamin Graham contenuta nel suo libro ”The Intelligent Investor”, recentemente uscito con traduzione in italiano. Il libro, uscito negli anni 50, è ancora oggi attualissimo e contiene uno dei più bei insegnamenti sul mercato azionario, che ho per l'occasione riadattato ai tempi correnti. Immaginiamo di possedere una parte di un’azienda per cui abbiamo pagato 3.300$, chiameremo la nostra azienda S&P500. Ogni giorno una persona che chiameremo Mister Market ci manda decine di messaggi WhatsApp con un’opinione chiara e precisa su quanto vale la nostra parte di quell’attività, con l’intento di acquistare la nostra quota o vendercene un’altra sulla base della sua opinione. Immaginiamo Mister Market come una di quelle centinaia di app sui mercati finanziari che tutti abbiamo installato sul nostro smartphone e che compulsivamente durante la giornata andiamo a controllare; Mister Market, a dir la sua, conosce sempre il miglior prezzo e vuole che seguiamo le sue indicazioni. Alcune volte la sua idea appare plausibile e giustificata dagli sviluppi del business ma il più delle volte Mister Market si fa prendere o dal suo troppo entusiasmo o dalla sua incredibile paura e ci propone delle offerte completamente sconsiderate, rispetto al vero valore della nostra azienda. Ad esempio a Marzo di quest'anno, il signor Mister Market in pieno primo Lockdown Covid-19, ci ha mandato un messaggio indicandoci la sua valutazione per la nostra azienda S&P500, dandogli un valore di 2.300$. Ma noi la nostra azienda S&P500 la conosciamo bene, conosciamo il suo valore, e conosciamo le sue potenzialità, ma soprattutto l’abbiamo appena comprata, solo un mese prima a febbraio, per circa 3300$! Dobbiamo quindi permettere a Mister Market, uno strano tizio lunatico che ci manda ossessivamente notifiche al cellulare decine di volte durante la giornata, proponendoci la sua opinione, di prezzare correttamente la nostra azienda? Dobbiamo lasciare che Mister Market condizioni il nostro comportamento finanziario e ci costringa a essere entusiasti o depressi solo perché anche lui si sente così o dobbiamo prendere il controllo della nostra emotività e capire che la nostra parte di business, acquistata secondo la nostra pianificazione, ad una giusta valutazione, necessita solo del giusto orizzonte temporale per essere rivalutata correttamente nel tempo? Oggi, Novembre, Mister Market ci ha mandato un ulteriore notifica. Ci offre ben 3.600$ per la quota. Solo sei mesi dopo Mister Market ha drasticamente cambiato la sua opinione (e confermato il suo disturbo ossessivo-compulsivo). Quando investiamo, ragioniamo quindi con la nostra testa o con la testa lunatica e disturbata di Mister Market?

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Investire nella Pet Economy?

18.11.2020 / 60 Visualizzazioni

La “pet economy” è il mercato di tutte le attività legate alla cura e al benessere di milioni di animali domestici e sta crescendo sempre più. Quante volte nel nostro piccolo ci siamo accorti di quanti animali ci circondano nel nostro tempo libero o quante volte al supermercato abbiamo notato degli spazi sempre più grandi dedicati ai nostri amici animali? Per capire quanto sta aumentando questo settore dobbiamo seguire due tendenze principali, la prima è l’aumento di persone che possiedono animali domestici, e che quindi alimentano il circuito economico del settore delle cure e del benessere, l’altra tendenza è l’aumento della spesa media dedicata ai propri pet. Infatti non solo ci sono sempre più famiglie e single che decidono di avere un animale domestico in casa, ma al proprio animale domestico dedichiamo le migliori cure e i migliori strumenti per garantirgli un benessere sempre più crescente. Queste due importanti tendenze stanno portando il settore della pet economy a crescere a tassi molto superiori rispetto a quelli degli altri settori di investimento e dell’economia globale. Se uniamo poi queste tendenze ai cambiamenti demografici e digitali in corso a livello mondiale ci accorgiamo che questo mercato va a coinvolgere e a interagire perfettamente con i trend demografici in corso come l’invecchiamento della popolazione; le persone anziane sono sempre più numerose e più longeve e ricercano sempre più il bisogno di compagnia, scegliendo di avere al loro fianco un pet. Anche i millennials e le smart city sono chiamate in causa; il rapido processo di urbanizzazione e di concentramento urbano porta le persone a ricercare un sempre più frequente contatto con la montagna e con la natura, uscendo dal grigio della città alla ricerca di aria pulita e verde incontaminato magari con il proprio pet al proprio fianco. Nel mondo poi si fanno sempre meno figli e le nuove famiglie proprietarie di animali negli Stati Uniti hanno superato, come i numeri ci indicano, le famiglie con figli.   Diamo qualche numero sulla pet economy   1. Gli Stati Uniti rappresentano un quarto della pet economy, 2 americani su 3 hanno un pet. 2. Anche la Cina sta crescendo a ritmi incredibili e il giro di affari dei prossimi anni si stima in centina di miliardi di spese nella pet economy. 3. Circa il 40% degli italiani ha un animale domestico in casa  (solo 2 anni fa la percentuale era intorno al 30%). 4. Oltre il 40% dichiara di spendere tra i 50 e i 300 euro mensili per il proprio pet. 5. Negli Stati Uniti le famiglie proprietarie di un pet hanno superato quelle con figli. 6. La spesa per i pet è una spesa anti ciclica, infatti non diminuisce neppure nei momenti di crisi o di recessione. Investire nella pet economy può rivelarsi quindi un buon modo per cercare di diversificare la parte azionaria del proprio portafoglio? Con le dovute cautele, i giusti strumenti efficienti e i consigli di un professionista indubbiamente si. Resto disposizione per un confronto sul tema.  

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

BTP Futura Novembre 2020 (non collezionarli tutti!)

11.11.2020 / 109 Visualizzazioni

Torna una nuova emissione del BTP Futura, questa volta in versione ridotta, con durata infatti di 8 anni. Non indicizzato all’inflazione, il rendimento simulato, supponendo di portarlo fino a scadenza, in uno scenario ottimista e comprensivo del bonus finale del 3% ci permette di portarci a casa un 6,74% al netto della tassazione del 12,5%. Per un rendimento netto annuo dello 0,84%. Se questo non è abbastanza per capire come lo strumento Btp Futura non può aiutare il tuo portafoglio e quindi difficilmente verrebbe da prendere in considerazione quando parliamo di pianificazione, finanza personale ed investimenti. Possiamo anche aggiungere una ciliegina finale, di cui pochi parlano, ma che esiste realmente e veglia sopra i nostri titoli di stato. Sto parlando delle clausole Cacs, ovvero, quelle clausole che prevedono che lo Stato Italiano, nel caso in cui risultasse inadempiente e dovesse chiedere ai suoi titolari di obbligazioni un aiuto per partecipare al salvataggio dello nave, per legge potrà tranquillamente e in tutta comodità per esempio - ritardare l’erogazione delle cedole programmate - modificare al ribasso gli interessi - restituire il capitale investito in ritardo - restituire solamente una parte del capitale Se sei un risparmiatore/investitore Italiano è molto probabile che tu abbia già in portafoglio una considerevole parte di Bond Italiani. Non collezionarli tutti. Non fare come si faceva un tempo con le figurine dei calciatori per completare l’album. Celo, celo, mi manca. Non dobbiamo completare il nostro album. Il nostro album ovvero il nostro patrimonio merita una sana diversificazione degli asset, dei settori e della geografia di investimento, coerente con i tuoi obiettivi di vita e il tuo livello di rischio. Se stai prendendo in considerazione l’acquisto del “Btp Futura parte 2: Il Ritorno” valuta tutti questi aspetti. Resto a disposizione per un consulto e un approfondimento.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi