Salvatore Gaziano

Rating:

Consulente finanziario indipendente

Punteggio ottenuto

dal giudizio dei lettori

Ha ricevuto 1 votazioni
Vedi la scheda

16/09/2021

Data ultimo
voto

0

Voti ultimi
30gg

Se mi conosci votami

SoldiExpert SCF
Milano, Torino, La Spezia e nord ovest Italia
Oltre a €40MLN
Oltre a 10 anni
Diploma di specializzazione
58 anni
738
03 febbraio 2020
Top Financial Educational

Awards: I-2022 , anno 2021, anno 2020, anno 2019,

Punteggio ottenuto

dal giudizio dei lettori

Ha ricevuto 1 votazioni
Vedi la scheda

16/09/2021

Data ultimo voto

0

Voti ultimi 30gg

Se mi conosci votami

Profilo professionale

Sono il responsabile delle strategie di investimento di SoldiExpert SCF (società di consulenza finanziaria indipendente) e come consulente finanziario autonomo seguo i portafogli e fornisco consulenza a numerose famiglie, professioni e imprenditori italiani.Chi si rivolge alla nostra società, fra le prime in Italia, sono risparmiatori e investitori che ricercano una consulenza a valore aggiunto, attiva e alternativa a quella di banche e reti e non basata su prodotti spesso costosi e inefficienti in conflitto d’interessi. Da metà degli anni ’80 ha iniziato a lavorare in piena euforia da “panino e listino” in questo settore percorrendo una carriera che mi ha condotto “a mia insaputa” a diventare in Italia fra “i pionieri della consulenza finanziaria indipendente” (titolo dedicatomi dalla copertina del mensile “Citywire Consulenza Evoluta del marzo 2018 ) e a fare esperienze importanti prima come analista finanziario e giornalista economico per poi passare alla fine degli anni ’90 alla consulenza patrimoniale su base indipendente.Sono stato precedentemente il vicedirettore nonché fra i giornalisti fondatori del settimanale Borsa & Finanza e ho collaborato attivamente in questi anni a numerosi siti, quotidiani, riviste e trasmissioni televisive (Patrimoni, Capital, Millionaire, Traders’, Milano Finanza) e tuttora collaboro sui temi economici-finanziari con Il Fatto Quotidiano e La Verità) oltre a essere fra gli animatori di MoneyReport, il blog di SoldiExpert SCF.Partecipo come ospite fisso ogni martedì della trasmissione Caffè Affari in onda su Class CNBC (canale Sky 507) e chiamato come esperto indipendente ad analizzare e commentare spesso i principali temi finanziari e sono autore di numerosi ebook e libri fra cui “Bella la Borsa, peccato quando scende”, “Supermiliardari” e “Investire in Borsa è questione di forza”.Ma insieme a Roberta Rossi sono soprattutto dal 2001 socio fondatore e amministratore di SoldiExpert SCF , società di consulenza finanziaria indipendente. Una società pressoché unica in Italia caratterizzata dal fatto di essere stata fra le prime a basarsi sulla Rete e a utilizzare la tecnologia e tutte le innovazioni del settore (i nostri portafogli di ETF sono stati lanciati nel 2003) ma sempre con un rapporto anche fisico con i nostri clienti, mettendoci sempre la faccia in un mondo dove gli algoritmi contano sempre di più ma le persone contano ancora moltissimo.Inoltre quello che ha caratterizzato e caratterizza ancora SoldiExpert SCF come caso unico è il fatto di aver creduto da subito nella consulenza esclusivamente a parcella ovvero indipendente (quanto tutti ci dicevano che in Italia non avrebbe avuto futuro il farsi pagare a parcella) e nel fornire consulenze e portafogli e soluzioni sempre contraddistinti da un approccio attivo e flessibile non limitando la consulenza al fornire una lista della spesa e poi a disinteressarsi sostanzialmente dell’andamento per contare “sul lungo periodo”. Ogni mese e da sempre, infatti, i nostri portafogli vengono valutati ed eventualmente ribilanciati perché i portafogli “quattro stagioni” esistono solo in pizzeria e nell’armamentario di chi vende soluzioni facili ma non calate nella realtà dei mercati finanziari dove le “ricette miracolose” non funzionano.Come strategist di SoldiExpert SCF mi occupo di definire le strategie attive d’investimento migliori sui mercati, avendo unito negli anni a una forte conoscenza dell’analisi fondamentale un approccio di tipo globale (azioni internazionali, obbligazioni, ETF e fondi) e basata sul momentum mediante anche l’utilizzo di trading system e metodologie quantitative proprietarie per la migliore definizione di portafogli dinamici in grado nel tempo di battere il mercato (e ridurre la volatilità) come dimostrano i risultati reali realizzati in questi lustri. E come analista indipendente in questi lustri ha documentato con inchieste e analisi casi clamorosi di risparmio tradito ben prima che deflagrassero come per esempio la mattanza di risparmi che numerose banche stavano facendo (e continuano ancora in molti casi a fare in modo più sottile purtroppo in numerosi casi) con la vendita selvaggia di azioni di banche non quotate, prodotti finanziari (e del risparmio gestito) carissimi e opachi, diamanti d’investimento venduti attraverso il canale bancario o le stangate 2.0 fatte spesso utilizzando come esca titolini o settori alla moda, opzioni binarie, Forex, criptovalute e Ico.Da fine giugno 2018 faccio parte come consigliere del comitato direttivo di Ascofind (già Ascosim), l’associazione italiana delle Società di Consulenza Finanziaria presieduta da Massimo Scolari e SoldiExpert SCF è stata fra le prime società a essere iscritte nell’Albo SCF regolato dall’OCF e ho ricevuto anche l’iscrizione di diritto all’Albo dei Consulenti Finanziari Autonomi.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Ascofind (membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione per la Consulenza Finanziaria Indipendente): dal giugno 2018 a oggi
  • 1 dicembre 2018 primo iscritto (con 40 colleghi) al nuovo albo dei Consulenti Finanziari Autonomi
  • Dal 2015 collaboratore de “Il Fatto Quotidiano” come specialista per le pagine di finanza ed economia del mercoledì
  • Dal 2009 Direttore di MoneyReport.it
  • Nel 2009 ricevuto in una cerimonia presso la casa natale di Luigi Pirandello il premio nazionale “Pergamene Pirandello” per gli alti meriti culturali di ricerca e divulgazione economica-finanziaria
  • Dal 2001 Co-fondatore di Borsa Expert srl (divenuta poi SoldiExpert SCF)
  • Dal 1999 al 2001 Fondatore e amministratore di Bluinvest.com
  • Dal 1998 al 2001 fondatore e amministratore di Power Emprise
  • Dal 1995 al 1998 co-fondatore e vice direttore del settimanale “Borsa & Finanza”
  • Dal 1993 a 1998 da redattore a direttore editoriale del mensile Millionaire-Eko’
  • Dal 1988 al 1992 co-fondatore e amministratore di Gewinn Finanziaria Commissionaria in Titoli
  • Dal 1985 al 1989 da operatore titoli ad analista finanziario in So.ge.pa.
  • Dal 2000 in poi collaboratore di diversi siti e riviste fra cui Soldionline.it, Milano Finanza, Traders’, Unione Sarda, Patrimoni, Capital
  • Relatore a convegni e corsi in numerosi dei più importanti eventi del settore in Italia (ItForum Rimini, Salone del Risparmio, Trading Online Expo in Borsa Italiana, YouFinance e ospite di trasmissioni radio (Radio24, Radio Capital, RadioInBlu) e tv (Class CNBC, Rai, Le Fonti Tv) in Italia e all’estero
  • Autore di numerosi libri di finanza personale ed ebook fra cui “Bella la Borsa, peccato quando scende”, “Super Miliardari”, “I 4 Pilastri per investire oggi”, “Guadagnare in Borsa è questione di forza”, “il Soldiario”.
Leggi di più

Le mie ultime attività

Semaforo rosso sugli ESG: investire sostenibile fa bene a chi?

15.07.2022 / 96 / 1

Tra performance deludenti, rating discutibili e difficoltà oggettive di introduzione dei criteri ESG nei portafogli dei clienti che ne fanno richiesta, ecco uno spaccato dell'(in)sostenibile pesantezza del dibattito in corso sul tema della sostenibilità

Ascolta il mio podcast

Ascolta tutti i miei podcast

Riscatto di laurea agevolato e tradizionale: conviene farlo?

15.07.2022 / 60 / 0

Spesso le persone quando affrontiamo le tematiche previdenziali ci chiedono: posso richiedere il riscatto di laurea? Che differenza c’è tra il riscatto di laurea agevolato e quello tradizionale? Quanto costa il riscatto di laurea? Conviene il riscatto di laurea? Da quando è entrato in vigore il riscatto di laurea agevolato, c’è stato un vero e proprio boom di richieste.

Guarda il mio webinar

Guarda tutti i miei webinar

Guarda tutti i miei webinar

Dove investire nel 2022

01.02.2022 / 102 / 0

Ecco l’intervista di Salvatore Gaziano (Responsabile strategie investimento di Soldiexpert SCF) pubblicata sulla rivista Panorama sul tema dove investire nel 2022. Azioni o fondi? Mercati europei o internazionali? Scoppierà la bolla dell'high tech o continuerà la crescita. Meglio il solido mattone o le criptovalute? Vediamo insieme le risposte. Come si è aperto il 2022 sul fronte degli investimenti? «Dopo un 2021 smagliante per gli investimenti azionari, con l'indice Ftse World salito di oltre il 17%, il nuovo anno si è aperto tutto sommato bene nei primi giorni di contrattazione. Questo nonostante la quarta ondata di contagi Covid-19 in molti Paesi nel mondo, che ha condizionato negativamente diversi settori fra cui il turismo e i viaggi. Nelle ultime settimane sono però proprio questi settori a mostrare un forte recupero - l'indice Eurostoxx Travel & Leisure ha segnato un aumento di oltre il 10% nel mese di dicembre -come se gli speculatori vedessero, superata questa fase, una luce in fondo al tunnel». Per chi punta sull'azionario, quali sono i settori più promettenti? «"Torturateli e i numeri vi diranno quello che vogliono", dicono scherzosamente gli statistici negli Stati Uniti. Se si guarda alle valutazioni azionarie hanno ragione sia coloro che dicono che le valutazioni globali sono mediamente più elevate della media, soprattutto sul listino americano e in alcuni settori come il tecnologico; ma hanno anche ragione che coloro che invece sostengono che esistono comunque molti mercati e comparti sottovalutati, fra cui l'Europa. D'altra parte i rendimenti obbligazionari sono fortemente negativi e secondo diversi analisti resteranno tali per molto tempo e questo spinge le preferenze verso l'azionario. Un portafoglio diversificato in modo calibrato su azioni mondiali, europee, Paesi emergenti, immobiliare e materie prime (fra cui l'oro) e obbligazioni (a seconda della tolleranza al rischio) rappresenta comunque la base di partenza indispensabile su cui costruire un investimento finanziario di medio-lungo periodo». Quali sono i consigli per chi invece preferisce puntare sulle obbligazioni? «Gli attuali alti tassi di inflazione, appena sotto il 5% nell'area dell'euro e quasi il 7% negli Stati Uniti, dovrebbero diminuire, ma nel lungo termine saranno al di sopra del livello pre-crisi. Ed è probabile che i tassi di interesse reali nella zona euro rimarranno negativi ancora per molto tempo. Un paniere che investe oggi nelle migliori obbligazioni governative e private europee ha un rendimento ponderato dello zero per cento con una durata media di 8 anni! Chi investe in obbligazioni e in fondi d'investimento obbligazionari (attivi o passivi) non può prescindere dai rendimenti reali offerti dal mercato e un risparmiatore ha margini di manovra ristretti o nulli se non è disposto ad accettare un maggior grado di volatilità. Un'aggiunta al cocktail obbligazionario di una spruzzata di azionario (dal 10 al 20%) è una strada percorribile. Sui comparti obbligazionari classici qualche "isola" di rendimento si trova ancora sulle obbligazioni high yield (quelle societarie con livelli di rating inferiore), tra i titoli subordinati delle banche, tra le obbligazioni emergenti o le convertibili. Di fatto tutte obbligazioni con una certa correlazione elevata con l'azionario. Le obbligazioni agganciate all'inflazione possono ancora funzionare ma solo se l'inflazione supera le attese. Altre scorciatoie non ne esistono e rischiano di scottare gli apprendisti stregoni. Niente rischi, niente guadagni. Chi parla di rendimenti sicuri senza rischi non dice tutta la storia». Cosa succederà nel nuovo anno per chi invece vuole puntare sull'immobiliare, da sempre uno degli investimenti preferiti dagli italiani? «Si può investire sul mattone anche in Borsa, puntando sui fondi o sugli Etf specializzati in Reit, ovvero società che possiedono immobili che producono reddito. Nel 2021 molti di questi veicoli di investimento hanno performato bene, con rialzi di oltre il 35%, e a un risparmiatore come quello italiano che è tipicamente molto investito sul mattone consentono almeno di diversificare a livello globale. Se l'inflazione resta alta statisticamente l'immobiliare ne trae alla fine un beneficio». Infine, uno sguardo alle forme di investimento più innovative, tipo le criptovalute...«Per come intendiamo noi l'investimento il sottostante deve essere qualcosa che produce un reddito: o nel caso in cui si parli di un investimento alternativo, che abbia una storia consolidata di quotazioni osservate nei vari cicli di mercato, come per esempio l'oro, che ha una storia millenaria. Non consigliamo quindi di inserire nei portafogli le criptovalute, anche perché dal punto di vista della regolamentazione tutto è ancora in divenire e il principale motivo per cui oggi molti acquistano questi asset è perché sperano di rivenderle dopo qualche ora o mese a un prezzo più alto a qualcun altro. Come giocatori d'azzardo hanno fretta di bruciare le tappe e sanno già in partenza che guadagneranno tanto o perderanno tutto. Investire è un'altra cosa: non si dovrebbe sopravvalutare quello che si può fare in un anno e sottovalutare quello che si può fare in dieci anni».   Se desideri richiedere maggiori chiarimenti sui contenuti di questo contributo elaborato dall’Ufficio di Studi di SoldiExpert SCF o richiedere un video-appuntamento con i nostri consulenti finanziari indipendenti per valutare il tuo portafoglio e la nostra consulenza non esitare a contattarci.

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi