29/03/2024 - Acquazzurra S.p.A.: Acquazzurra: Il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023

[X]
Acquazzurra: il consiglio di amministrazione approva il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023

COMUNICATO STAMPA

ACQUAZZURRA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL

PROGETTO DI BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2023

IN DECISO MIGLIORAMENTO TUTTI GLI INDICATORI

ECONOMICO - FINANZIARI

IL CDA HA DELIBERATO DI PROPORRE ALL'ASSEMBLEA ORDINARIA LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO PARI A EURO 0,042 PER AZIONE

APPROVATA LA PROPOSTA DI ESTENDERE DI DUE ANNI IL PERIODO DI VALIDITÀ DEI "WARRANT ACQUAZZURRA 2021-2024" DA SOTTOPORRE

ALL'ASSEMBLEA DEI PORTATORI DI WARRANT E ALL'ASSEMBLEA

STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI

  • Valore della Produzione: Euro 22,56 milioni rispetto a Euro 18,51 milioni nel 2022

  • EBITDA: Euro 0,84 milioni rispetto a Euro 0,14 milioni nel 2022

  • Utile Netto: Euro 0,11 milioni rispetto a un risultato netto negativo di Euro 0,21 milioni nel 2022

  • Indebitamento finanziario netto a breakeven rispetto a Euro 0,87 milioni al 31 dicembre 2022

Milano, 29 marzo 2024 - Il Consiglio di Amministrazione di Acquazzurra S.p.A. (ACQ:IM), società di bartering pubblicitario nei settori arredamento, lifestyle, automotive, food&wine e tecnologia per prodotti di elevata qualità, quotata su Euronext Growth Milan - Segmento Professionale, ha approvato in data odierna il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023.

Giancarlo Riva, Presidente e Amministratore Delegato di Acquazzurra ha dichiarato: "Il 2023 è stato per noi un anno positivo. Infatti, nonostante il perdurare di una condizione geo-politica e macroeconomica instabile, siamo riusciti a crescere in maniera decisa e a chiudere l'anno più forti di prima. Ciò che rende ancora più significativo questo successo è il fatto che abbiamo posto le fondamenta per una serie di nuovi progetti e iniziative, con una struttura aziendale più solida, anche finanziariamente, avendo raggiunto il pareggio dell'indebitamento finanziario netto. Con entusiasmo stiamo già affrontando le sfide del 2024 determinati a raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi e a portare avanti con slancio il nostro percorso di crescita".

PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI AL 31 DICEMBRE 2023

Il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023 si è chiuso con un Valore della Produzione pari ad Euro 22,56 milioni, in decisa crescita (+21,9%) rispetto a quanto consuntivato nel 2022 (Euro 18,51 milioni), nonostante un contesto socio-economico ancora incerto, determinato dal perdurare del conflitto nell'Est Europa, l'instabilità nel Medio Oriente e la volatilità dei prezzi di materie prime ed energia.

Continua la crescita del canale di vendita B2C, ambito in cui nel 2023 sono stati registrati ricavi per Euro 2,54 milioni, +6,6% rispetto al 2022 (Euro 2,38 milioni). Il risultato è da ricondurre principalmente allo sviluppo in termini di organizzazione e struttura di cui la Società ha saputo dotarsi, e dell'allargamento della propria offerta di prodotti per il consumatore finale. Si segnala inoltre il deciso sviluppo del canale di vendita B2B che passa da Euro 5,34 milioni nel 2022 a Euro 7,13 milioni nel 2023. La decisa crescita, pari al 33,4%, è da ricondursi principalmente all'impatto positivo del settore Automotive che nel 2023 ha consuntivato ricavi per Euro 3,94 milioni rispetto a Euro 1,78 milioni (+121%), tornato, per volumi di vendita, a livelli pre-pandemici grazie all'allentamento delle tensioni sulle forniture e, più in generale, al trend positivo che ha coinvolto il settore a livello nazionale ed europeo nel corso del 2023.

L'EBITDA risulta pari a Euro 0,84 milioni (EBITDA margin 3,7%) rispetto a Euro 0,14 milioni nel 2022 (delta "year over year" di circa Euro 0,70 milioni). La crescita rilevante è principalmente ascrivibile all'andamento dei ricavi.

L'EBIT è pari a Euro 0,27 milioni (negativo per Euro 0,29 milioni nel 2022). Si segnala la crescita degli ammortamenti, in conseguenza degli investimenti (nel 2023 Euro 0,51 milioni rispetto a Euro 0,44 milioni nel 2022, +18%) stanziati nel corso del 2022. Il loro impatto si manifesta per la prima volta pienamente nel bilancio 2023.

Per effetto di quanto sopra esposto, la Società ha registrato nell'esercizio 2023 un utile netto d'esercizio di Euro 0,11 milioni, in forte miglioramento rispetto a un risultato netto negativo pari a Euro 0,21 milioni nel 2022.

L'Indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2023 è pari Euro 4 migliaia, vicino alla parità, rispetto a un indebitamento finanziario netto pari a Euro 0,87 milioni al 31 dicembre 2022. Il miglioramento è riconducibile principalmente all'incremento delle disponibilità liquide prodotto da diversi fattori come: la gestione operativa dell'esercizio, la progressiva riduzione dei debiti bancari, conseguente al rimborso dei finanziamenti in essere, senza che ne siano stati accesi di nuovi, la riduzione dei crediti tributari, l'assenza di investimenti di importi significativi nel costo dell'esercizio (a differenza di quanto avvenuto nell'esercizio precedente).

Il Patrimonio Netto al 31 dicembre 2023 ammonta ad Euro 4,79 milioni, rispetto a Euro 4,70 milioni del 31 dicembre 2022.

PROPOSTA DI DESTINAZIONE DEL RISULTATO D'ESERCIZIO

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all'Assemblea ordinaria degli Azionisti di destinare il risultato d'esercizio pari ad Euro 108.688 come segue:

  • Euro 181 utili portati a nuovo;

  • Euro 108.507 a dividendo mediante distribuzione di un dividendo lordo pari a Euro 0,042 per azione alle n. 2.583.500 azioni ordinarie in circolazione.

Il Consiglio di Amministrazione proporrà di deliberare che il suddetto dividendo di Euro 0,042 per azione sia messo in pagamento, al lordo delle ritenute di legge, a partire dall' 8 maggio 2024, con stacco della cedola n.1 fissato al 6 maggio 2024 e "record date" (data di legittimazione al pagamento del dividendo stesso, ai sensi dell'art. 83-terdecies del D.lgs. 24 Febbraio 1998, n.58 e dell'art. 2.6.6, comma 2, del Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A.) il 7 maggio 2024.

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE

I risultati dell'esercizio 2023 rispondono direttamente agli investimenti precedentemente sostenuti dalla Società per dotarsi di una struttura più solida e performante.

Contestualmente la Società sta proseguendo nell'impegno di rafforzare la propria organizzazione investendo in risorse umane sia nell'area commerciale (nuovi account) sia nella logistica, sia nel marketing.

Nel corso del 2023 la Società ha iniziato l'attività di vendita di pacchetti turistici. Viste le ottime performance offerte del settore Turismo, e allo scopo di incrementare ulteriormente la visibilità della propria offerta, il management ha promosso lo sviluppo di una piattaforma web (www.aclubtravel.com) ottimizzata per la vendita di soggiorni e pacchetti viaggio rivolta esclusivamente ai propri associati.

Il portafoglio inserzionisti della Società continua ad arricchirsi di nuovi importanti player, anche in nuovi settori. La disponibilità delle aziende ad investire in pubblicità comporta per la Società una maggiore facilità nell'approvvigionarsi di servizi e prodotti finiti da offrire alla propria clientela. In quest'ottica risulta ancora più importante espandere il proprio mercato di utilizzatori finali. La Società ritiene di aver individuato questa opportunità di espansione nel mercato estero. In particolare, il management ha già attivato delle collaborazioni col fine di promuovere, a partire dai prossimi mesi, il proprio marchio nel mercato europeo. Gli investimenti saranno quindi mirati allo sviluppo e alla realizzazione di una propria campagna pubblicitaria, in grado di valorizzare il grande know-how acquisito in settori iconici del made in Italy, ed incentrata su design e alta qualità.

Oltre ad ampliare e velocizzare le vendite al dettaglio (ad alta marginalità), vendere i prodotti ottenuti in cambio merce su diversi mercati internazionali permette alla Società di non entrare in conflitto con i canali di vendita dell'inserzionista (che ha fornito questi prodotti). Questo consente di non intaccare il rapporto di fiducia con l'inserzionista (e la ripetibilità dell'operazione di cambio merce).

L'organo amministrativo ritiene che, tenuto conto dei positivi risultati consuntivati e della solidità patrimoniale e finanziaria della Società, a seguito di un'attenta valutazione degli scenari futuri anche con riferimento ai possibili effetti e criticità legati alle crisi geopolitiche di carattere internazionale in corso, si prevede un positivo sviluppo del business anche per l'esercizio 2024. Sulla base delle previsioni elaborate dalla Società per l'esercizio 2024 si stima una crescita del volume delle vendite e un risultato economico positivo. I risultati ottenuti nei primi mesi del 2024 confermano tali previsioni e, di conseguenza, le suddette aspettative.

PRINCIPALI FATTI DI RILIEVO AVVENUTI NEL CORSO DEL 2023

In data 16 maggio 2023 si è concluso il secondo periodo di esercizio dei "Warrant Acquazzurra 2021-2024" ("Warrant"); nel corso del secondo periodo compreso tra il 2 maggio 2023 e il 16 maggio 2023 (estremi inclusi) non sono stati esercitati Warrant e conseguentemente non sono state sottoscritte azioni di nuova emissione di Acquazzurra S.p.A.. Pertanto, risultano in circolazione n. 583.500 warrant che potranno essere esercitati nel terzo periodo di esercizio, tra il 2 maggio 2024 e il 16 maggio 2024 compresi (Terzo e Ultimo Periodo di Esercizio) nonché nel Periodo di Esercizio Addizionale, come previsto dal Regolamento dei "Warrant Acquazzurra 2021-2024".

A tal riguardo, si precisa che, data la proposta di distribuzione del dividendo ordinario deliberata in data odierna dal Consiglio di Amministrazione della Società e ai sensi del Regolamento dei "Warrant Acquazzurra 2021-2024" art. 5, il terzo periodo di esercizio dei Warrant previsto decorrere dal 2 maggio 2024, inizierà in data 8 maggio 2024 e si concluderà in data 12 maggio 2024.

Si segnala, come meglio specificato nel proseguo, che in data odierna il Consiglio di Amministrazione ha approvato la proposta di sottoporre all'approvazione sia dei titolari dei Warrant che dell'Assemblea degli Azionisti alcune modifiche del Regolamento "Warrant Acquazzurra 2021-2024" e, nello specifico, l'introduzione di due nuovi periodi di esercizio, con i rispettivi prezzi di esercizio, nonché la modifica del termine finale di sottoscrizione dei Warrant.

In data 31 maggio 2023 l'Avv. Riccardo Bovino ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di Consigliere di Amministrazione non esecutivo a causa di sopravvenuti impegni personali. Successivamente il Consiglio di Amministrazione in data 8 giugno 2023 ha nominato, previa approvazione da parte del Collegio Sindacale, l'Avv. Giada Salvini alla carica di Consigliere di Amministrazione non esecutivo mediante cooptazione, ai sensi dell'art. 2386 del Codice Civile ed in conformità alle disposizioni di cui all'art. 21 dello statuto sociale vigente. Il Consigliere Giada Salvini rimarrà in carica sino alla prossima Assemblea dei Soci, ai sensi dell'attuale normativa.

FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO

Non sono intervenuti fatti di rilievo dopo la chiusura dell'esercizio.

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di convocare l'Assemblea ordinaria degli Azionisti della Società per il giorno 29 aprile 2024 in prima convocazione e, occorrendo, il 30 aprile 2024 in seconda convocazione agli orari e presso i luoghi che verranno comunicati nel relativo avviso di convocazione che sarà pubblicato entro i termini di legge e di statuto e indicherà altresì le modalità di partecipazione all'adunanza assembleare, in conformità a quanto previsto dalla normativa pro tempore vigente.

DEPOSITO DELLA DOCUMENTAZIONE

L'avviso di convocazione e la documentazione relativa prescritta dalla normativa applicabile, ivi inclusi il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023, saranno messi a disposizione del pubblico nei termini di legge e di statuto presso la sede di Acquazzurra S.p.A., mediante pubblicazione sul sito istituzionale www.acquazzurra.biz,nella sezione Investor Relations/Assemblee nonché sul sito internet www.borsaitaliana.it,nella sezione Azioni/Documenti.

ALTRE DELIBERE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Proposta di modifica del regolamento "Warrant Acquazzurra 2021-2024"

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all'Assemblea Straordinaria degli Azionisti e all'Assemblea dei portatori dei Warrant, che saranno convocate in data 23 aprile 2024, la proposta di modifica del regolamento dei "Warrant Acquazzurra 2021-2024" ("Warrant") che verrebbe pertanto rinominato Regolamento dei "Warrant Acquazzurra 2021-2026" (il "Regolamento").

In particolare, la proposta di modifica riguarda l'introduzione di due ulteriori periodi di esercizio rispettivamente dal 2 maggio 2025 al 16 maggio 2025 compresi (il "Quarto Periodo di Esercizio") e dal 4 maggio 2026 al 18 maggio 2026 compresi (il "Quinto Periodo di Esercizio"), estendendo conseguentemente il termine di scadenza per l'esercizio dei Warrant dal 16 maggio 2024 al 18 maggio 2026.

Per i periodi di esercizio aggiuntivi, il prezzo di esercizio sarà rispettivamente pari a Euro 5,13 per il Quarto Periodo di Esercizio ed Euro 5,64 per il Quinto Periodo di Esercizio (come definiti nel Regolamento) ossia il prezzo delle azioni rinvenienti dall'aumento di capitale a servizio dell'operazione di ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie della Società su Euronext Growth Milan - Segmento Professionale maggiorato del 10% per ogni precedente periodo di esercizio.

La proposta di sottoporre all'approvazione sia dei titolari dei Warrant che dell'Assemblea Straordinaria degli Azionisti alcune modifiche del Regolamento e, nello specifico, l'introduzione di due nuovi periodi di esercizio, con i rispettivi prezzi di esercizio, nonché la modifica del termine finale di sottoscrizione dei Warrant è volta ad assicurare alla Società la possibilità di beneficiare di ulteriori immissioni di risorse finanziarie funzionali al perseguimento della propria strategia di crescita . Al tempo stesso, si evidenzia che le predette modifiche consentirebbero ai titolari dei Warrant un tempo più esteso per l'esercizio dei Warrant e, quindi, maggiori opportunità di investimento.

Con la proroga del termine di scadenza per l'esercizio dei Warrant si determinerà conseguentemente la proroga del termine di sottoscrizione dell'aumento di capitale a servizio dell'esercizio dei Warrant ancora in circolazione, come deliberato dall'Assemblea straordinaria di Acquazzurra in data 21 aprile 2021.

Alla data odierna, sono ancora in circolazione n. 583.500 warrant.

Per maggiori informazioni si rinvia al Regolamento dei "Warrant Acquazzurra 2021-2024" disponibile sul sito della Società www.acquazzurra.biz nella sezione Investor Relations/IPO.

Si comunica inoltre che la Società ha provveduto ad aggiornare il calendario degli eventi societari 2024 disponibile sul sito della Società www.acquazzurra.biz nella sezione Investor Relations/Calendario eventi societari

***

Per la trasmissione e lo stoccaggio delle Informazioni Regolamentate, Acquazzurra S.p.A. si avvale del sistema di diffusione 1Info (www.1info.it), gestito da Computershare S.p.A. avente sede in Milano, via Lorenzo Mascheroni 19 e autorizzato da CONSOB.

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet dell'Emittente www.acquazzurra.biz (sezione Investor Relations/Comunicati Stampa Finanziari) e www.1info.it

***

Acquazzurra S.p.A., costituita nel 2004, è una società attiva nel settore del bartering, con oltre 15 anni di esperienza, che opera come intermediario per la vendita di spazi pubblicitari sui maggiori media italiani, con la particolarità di ricevere in pagamento beni e/o servizi dalle aziende inserzioniste. Le aziende inserzioniste clienti di Acquazzurra sono aziende di alto profilo, che operano in diversi settori fra cui arredamento, life-style, automotive, food&wine e tecnologia, all'interno dei quali Acquazzurra riesce a mantenere un elevato livello di specializzazione grazie all'esperienza di account dedicati. I prodotti ricevuti sono rivenduti attraverso diversi canali, sempre in accordo con l'inserzionista: al dettaglio nello showroom AClub riservato ai soci provenienti dal mondo della comunicazione, tramite il canale e-commerce (anch'esso riservato ai soli Soci), sul mercato all'ingrosso e sul mercato promozionale. In particolare, grazie ad AClub, esclusivo punto vendita organizzato per settore merceologico, la Società instaura con i propri clienti finali un rapporto proficuo e continuativo grazie agli account dedicati che seguono ogni cliente nei propri acquisti.

***

PER INFORMAZIONI:

ACQUAZZURRA

Euronext Growth Advisor 5

Investor Relations Andrea Malinverno investors@acquazzurra.bizIntegrae SIM S.p.A.

Piazza Castello 24, 20121 Milano info@integraesim.it +39 02 96846864

MEDIA RELATIONS

Close to Media - società fondata da Elisabetta Neuhoff

Enrico Bandini | enrico.bandini@closetomedia.it +39 335 8484706 Elisa Gioia | elisa.gioia@closetomedia.it +39 349 2332555

Cecilia Isella | cecilia.isella@closetomedia.it +39 348 0990515

Allegati

Si riportano di seguito i principali prospetti contabili di Acquazzurra S.p.A. relativi all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 confrontati con i corrispondenti valori comparativi (valori in Euro) al 31 dicembre 2022, e nello specifico:

  • - Conto economico riclassificato al 31 dicembre 2023 (vs 31 dicembre 2022);

  • - Stato patrimoniale riclassificato al 31 dicembre 2023 (vs 31 dicembre 2022);

  • - Indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2023 (vs 31 dicembre 2022);

rammentando che i dati ivi riportati sono in corso di certificazione a cura della Società di Revisione incaricata.

PROSPETTO DEL CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO

Conto Economico (Dati in Euro)

Primo Margine

MOL (EBITDA)

31/12/2022

9.213.625

7.461.288

455.193

264.796

12.769.680

10.615.896

22.438.498

18.341.980

119.499

170.131

22.557.997

18.512.111

(17.845.073)

(14.932.655)

473.386

418.131

5.186.310

3.997.587

23,0%

21,6%

(66.538)

(58.947)

(409.514)

(527.588)

(2.500.902)

(1.989.559)

(1.099.865)

(1.069.091)

(171.797)

(160.165)

(98.362)

(51.183)

(4.346.978)

(3.856.531)

839.333

141.055

3,7%

Ammortamenti immateriali

(453.565)

Ammortamenti materiali

(60.737)

Svalutazione crediti

(50.321)

Totale Ammortamenti e svalutazioni

(564.623)

REDDITO OPERATIVO (EBIT)

274.710

1,2%

%

Ricavi da cessione beni

Ricavi da prestazione di servizi

Ricavi da cessione spazi pubblicitari

Ricavi

Altri Ricavi

Valore della Produzione

Costo per acquisto spazi pubblicitari, beni e servizi destinati alla rivendita

Delta scorte

Acquisto materie prime

Provvigioni e commissioni di agenzia

Servizi

Personale

Godimento beni terzi

Oneri diversi di gestione Totale costi

EBITDA %EBIT %

Proventi finanziari

Oneri finanziari

Gestione Finanziaria

31/12/2023

(390.760)

(44.932)

(435.693)

(294.637)

15.499

(57.613)

1.765

(28.923)

(42.114)

(27.157)

RISULTATO ANTE IMPOSTE (EBT)

EBT %

1,0%

Imposte

(123.908)

-1,7%

108.595

Utile (Perdita) di periodo

% su VdP

0,5%

PROSPETTO DELLO STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO

Stato Patrimoniale

31.12.2023

31.12.2022

(Dati in Euro)

Immobilizzazioni immateriali

1.915.870

2.352.835

Immobilizzazioni materiali

1.036.911

1.069.769

Immobilizzazioni finanziarie

1.568

23.911

Attivo Fisso Netto

2.954.349

3.446.515

Rimanenze

3.272.089

2.798.703

Crediti commerciali

4.188.367

3.227.622

Debiti commerciali

(5.434.451)

(3.769.166)

Capitale Circolante Commerciale

2.026.005

2.257.159

Altre attività correnti

36.945

16.187

Altre passività correnti

(283.761)

(264.340)

Crediti e debiti tributari

(56.652)

534.199

Ratei e risconti netti

522.968

(40.750)

Capitale Circolante Netto

2.242.506

2.502.454

Fondi rischi e oneri

(54.600)

(80.000)

TFR

(352.624)

(292.939)

Capitale Investito Netto (Impieghi)

4.789.632

5.576.029

Debiti v. banche b.t.

405.050

724.344

Debiti v. banche m/l termine

559.680

947.123

Totale debiti finanziari

964.730

1.671.466

Disponibilità liquide

(465.272)

(208.864)

Crediti finanziari

(495.636)

(590.510)

Indebitamento finanziario netto

3.822

872.093

Capitale sociale

64.588

64.588

Riserve

4.612.534

4.852.549

Risultato d'esercizio

108.688

(213.200)

Patrimonio Netto (Mezzi propri)

4.785.810

4.703.936

Totale Fonti

4.789.632

5.576.029

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO

Indebitamento finanziario netto (Dati in Euro)

  • A. Cassa

  • B. Altre disponibilità liquide

  • C. Titoli detenuti per la negoziazione

  • D. Liquidità (A) + (B) + (C)

  • E. Crediti finanziari correnti

  • F. Debiti bancari correnti

  • G. Parte corrente dell'indebitamento non corrente

  • H. Altri debiti finanziari correnti

  • I. Indebitamento finanziario corrente

(F)+(G)+(H)

J. Indebitamento finanziario corrente netto (I) + (E) + (D)

  • K. Debiti bancari non correnti

  • L. Obbligazioni emesse

  • M. Altri debiti non correnti

  • N. Indebitamento finanziario non corrente

31.12.2023

31.12.2022

(4.624) (3.028)

(460.648) (205.835)

0

0

(465.272) (208.864)

(495.636) (590.510)

0 405.050

0

405.050

(555.858)

0 724.344

0

724.344

(75.030)

559.680

0 0

0 0

947.123

O. Indebitamento finanziario netto

3.822

872.093

947.123 872.093

(K) + (L) + (M)

559.680

Disclaimer

Acquazzurra S.p.A. ha pubblicato questo contenuto il 29 marzo 2024 ed è responsabile delle informazioni in esso contenute. Distribuito da Public, senza apportare modifiche o alterazioni, il 29 marzo 2024 15:48:04 UTC.

MoneyController ti propone anche

Condividi