Gianrocco Mecca

Consulente finanziario

III° 2020
II° 2020
2019
Bnl - Bnp Paribas Life Banker
Roma, Frosinone, Latina, Milano, Napoli
Da €20MLN a €40MLN
Da 5 anni a 10 anni
Laurea specialistica
38 anni
1169
23 agosto 2018
III° 2020
II° 2020
2019

Profilo professionale

Laureato in economia all’Università di Siena, ho iniziato subito la mia carriera professionale in ambito bancario con specializzazione professionale nella gestione del risparmio. Da sempre appassionato di mercati finanziari, macroeconomia e consulenza patrimoniale. Ho letto i principali testi internazionali in materia. Ho pubblicato numerosi articoli di economia e finanza su testate nazionali e riviste specializzate, nonché sul web dove ho fondato e diretto fino al 2011 il sito www.finanzaeinvestimenti.it che rappresentava una dei principali portali su scala nazionale. La passione per la pianificazione finanziaria e la consulenza mi ha portato ad accettare una proposta di Fineco Bank come financial advisor. L’avventura è durata 5 anni ricchi di soddisfazioni. Si è trattato di un periodo di importante crescita, condito da numerosi riconoscimenti. Ho centrato tutti i budget con ampio margine e vinto numerosi contest. La ricerca di nuovi stimoli lavorativi, la forte ascendenza che ha sempre avuto su di me il gruppo BNP PARIBAS e il fascino verso il modello di consulenza BNL (unico in Italia), mi ha spinto ad accettare una nuova sfida. In BNL oltre alla professione di consulente finanziario rivesto il ruolo di Team Manager.
Leggi di più

Le mie principali competenze

I miei credit

  • Dal 2015 a oggi Team Manager Life Banker presso BNL Gruppo BNP Paribas
  • Dal 2011 al 2015 Personal financial advisor presso FinecoBank

Le mie ultime attività

Tutto sulla nuova emissione Btp Futura

02.11.2020 / 131 Visualizzazioni

Al via una nuova emissione dei btp futura, finalizzata a reperire risorse per sostenere l’economia Italiana messa in ginocchio dalla pandemia del coronavirus. La struttura prevede cedole crescenti nel tempo ed un bonus fedeltà commisurato all’andamento dell’Economia italiana...riconosciuto a chi acquista in collocamento e mantiene fino a scadenza lo strumento in portafoglio.

Guarda il mio webinar

Guarda tutti i miei webinar

Nuova emissione Btp Futura: rendimenti interessanti?

01.11.2020 / 144 Visualizzazioni

L’esigenza di cassa del Tesoro per fronteggiare le difficoltà economiche derivanti dalla pandemia da Coronavirus porta all’emissione del secondo Btp Futura. Il primo, quello emesso a luglio , aveva portato nelle casse dello stato circa 7 miliardi. Meno di quelli che ci si aspettava, a causa di rendimenti troppo contenuti. In realtà la struttura è piuttosto interessante ma naturalmente sono le condizioni di mercato in quel preciso momento a determinare i tassi di rendimento offerti ai risparmiatori. Analizziamo punto per punto quello che ce da sapere: STRUTTURA: La durata prevista per il Btp Futura è di 8 anni (rispetto ai 10 anni dalla precidente emissione). Sono previste cedole semestrali cosi determinate: nei primi 3 anni ci sarà una cedola fissa, che poi crescerà per i 3 anni successivi, ed avrà un’ulteriore crescita nei 2 anni finali. Premio fedeltà: sarà determinato sulla base della crescita media del Pil negli 8 anni di riferimento, con un minimo dell’1% ed un massimo del 3%. PERIODO DI SOTTOSCRIZIONE Da lunedi 9 novembre 2020 al 13 novembre ore 13:00.L’importanza di acquistare in collocamento è dovuta al fatto che solo in caso di acquisto in tale lasso temporale e tenuta per tutta la durata dell’investimento si ha diritto al premio fedeltà. Non sarà applicata nessun tipo di commissione per chi acquisterà in collocamento. TASSAZIONE Come tutti gli altri titoli di Stato la tassazione sarà pari al 12,5% sia per le cedole incassate che per il  rendimento in conto capitale. RENDIMENTO POTENZIALE: Il rendimento potenziale che potrà emergere da questa emissione e verrà ufficializzato nei prossimi giorni sarà sicuramente poco interessante.  Questo per via dei bassi rendimenti di mercato legati ai titoli di Stato italiani. Il rendimento di un titolo di Stato a 10 anni è dello 0,71%. Una durata inferiore pur considerando un margine di maggiorazione per incentivare alla sottoscrizione non può determinare un rendimento considerevole in un arco temporale sicuramente non breve. A contribuire a rendimenti contenuti sicuramente il sostegno dell’Europa alla ripresa con la revisione di giudizi da parte delle società di rating che sembrano allontanare per il momento lo spettro di un declassamento a debito spazzatura

Leggi il mio post

Leggi tutti i miei post

Mercati finanziari e coronavirus

20.03.2020 / 531 Ascoltatori

Come gestire il portafoglio e l'emotività

Ascolta il mio podcast

Ascolta tutti i miei podcast

La pubblicazione della pagina profilo è a cura e su iniziativa personale del singolo consulente. MoneyController non si assume alcuna responsabilità in merito ai contenuti pubblicati dal consulente e a quelli accessibili attraverso link a siti web esterni citati dal consulente.

Condividi